Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Non solo folklore, ma soprattutto fede

Sant'Oronzo 2017 Messa del Mattino (18)

La Santa Messa all’alba, presso la grotta di Sant’Oronzo, apre la "Festa Grande"

Un’antica tradizione, che alimenta la fede dei devoti del Santo Patrono turese, permette di ritrovarsi in un pellegrinaggio mattiniero che, fin dalle prime luci del mattino, snodandosi lungo via Rutigliano, riunisce numerosi turesi desiderosi di poter assistere alla Santa Messa che si tiene ogni 26 agosto presso il “Cappellone” di Sant’Oronzo del cimitero di Turi.

Dall’alto degli imponenti cipressi, le prime luci del sole hanno illuminato la statua del mezzo busto del santo patrono, in un piazzale gremito di fedeli pronti a sfidare il caldo di una rovente giornata di fine estate.

All’apertura della S. Messa, Don Nicola D’Onghia ha affidato l’omelia a Don Daniele Troiani, volto già noto a chi frequenta la parrocchia di San Giovanni Battista. “Senza preghiera, riduciamo tutto a folklore” - esordisce così Don Nicola, invitando i fedeli a ricordare che il cimitero raccoglie le spoglie dei cristiani che ci hanno trasmesso non il folklore, ma la fede del signore; “che la festa non diventi semplicemente una celebrazione pagana, ma proprio tramite l’esempio della vita di Sant’Oronzo, bisogna rendere viva la fede nel Signore e trasmetterla anche a coloro che sono in difficoltà in questa giornata di festa”.

Con la benedizione finale, per intercessione di Sant’Oronzo, Don Nicola D’Onghia ha terminato la celebrazione religiosa facendo gli auguri ad un emozionato Don Daniele Troiani per la sua nuova avventura, dal prossimo 21 settembre, presso la Chiesa di San Domenico a Putignano.

Al termine della Santa Messa, tra chi riponeva le sedie all’interno del Cappellone e chi riprendeva il suo cammino lungo il viale alberato del cimitero verso la propria casa, c’è stato chi, approfittando dell’apertura della grotta, ha potuto visitare quelli che erano i posti in cui Sant’Oronzo si riuniva in preghiera con i suoi primi fedeli turesi.

Le batterie di fuochi pirotecnici nel limpido cielo mattutino, hanno fatto da sveglia all'intera città, contrassegnando così l’inizio dei festeggiamenti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI