Mercoledì 15 Agosto 2018
   
Text Size

Didiario – suggeritori di libri. Turi c’è

Didiario Bari


Un paese senza librerie come il nostro, comunque protagonista nella presentazione della rassegna

 

Il 4 ottobre è stata presentata nella Sala Giunta del Palazzo della Provincia di Bari la VI edizione della Rassegna “Didiario – Suggeritori di libri”, rassegna letteraria che porta nelle scuole della Città Metropolitana di Bari il piacere di leggere.

Dopo una colta incursione di Vito Catucci, giornalista turese nelle vesti di moderatore, sul libro - bruciato, letto, riprodotto e studiato - ma irrinunciabile compagno di viaggio dell'uomo, ha preso la parola la presidente dell'associazione di promozione sociale “Didiario – Suggeritori di libri", Alina Laruccia, per illustrare genesi e principali novità dell'edizione annuale.

In rappresentanza delle Istituzioni è intervenuta Francesca Pietroforte - consigliera della Città Metropolitana di Bari con delega ai Beni Culturali e all’Attuazione del Programma. Al termine, Mariana Buttiglione, dirigente scolastica putignanese, ha raccontato del suo primo approccio con la manifestazione, nel 2012 e della soddisfazione nell'aver assistito alla crescita di quella che era solo un'ambiziosa scommessa di Alina Laruccia, libraia turese.

Didiario Bari (2)

Accanto a cronisti, insegnanti ed editori, di rilievo la presenza di Cristiana Costa della Biblioteca "Santa Teresa dei Maschi - De Gemmis" di Bari, testimone della particolare esperienza del polo culturale sito nella città vecchia di Bari.

Con il battesimo di “Didiario – Suggeritori di libri”, dunque, si entra nella fase operativa dell'edizione annuale della manifestazione che avrà luogo, dal 20 al 31 marzo 2017, nei Comuni della Città Metropolitana di Bari. Tra incontri con l’autore, caffè letterari, giochi tra istituti, letture creative, mostre, esposizioni di libri, laboratori ed eventi teatrali, molti i nomi: da Luigi Ballerini, Lorenza Bernardi, Francesco Carofiglio, Antonio Ferrara, Elisabetta Gnone, Anna Lavatelli, Gabriella Santini, Anna Sarfatti, ad Annalisa Strada, a Kim Slater, autrice rivelazione dell’anno con il suo “Smart”.

La manifestazione, gemellata con “Didiario” di Vimodrone, è patrocinata dalla Città Metropolitana di Bari, dal Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Consiglio Regionale della Puglia, dai Comuni di Castellana Grotte, Noci, Putignano e Turi, dal Sindacato Italiano Librai.

Commenti  

 
Mino Miale
#19 Mino Miale 2018-01-19 13:42
Se a Turi c'è gente che ritiene di essere "... attaccata..." proprio da un essere pacifico come me, ben sà che la situazione culturale attuale (rivelata dalla preside liceale di Altamura nei commenti) era già stata preventivata anni e anni fà, purtroppo: ora ci rido sù. Esprimevo quand'era necessario pareri in sede consultiva, sul Comune, con altre realtà culturali cittadine e pubblici amministratori del tempo. Non c'erano allora giornali... Facebook... ecc... Diversamente da altri non sono stato mai considerato "ciuccio lamentoso" del mercato settimanale o del web. Ci siamo rimboccate le maniche in silenzio, senza ragliare, ripeto. Sono convinto che a Turi si legga e si scrive tanto e che forse in pochi, ancora (te compresa mi pare di capire ma non certo i docenti scolastici turesi che non solo in sala consiliare ma anche in Biblioteca con convegni di Musica l'hanno ospitata già) non conoscano la professoressa Bianca Tragni. Non solo "di fama" quindi... (non è un rimprovero, mica si può conoscere tutto del panorama culturale del Mezzogiorno). Detto ciò non capisco perchè possa ritenerti, Alina da me "attaccata", forse mi sono espresso male e di ciò chiederei scusa a tutti i lettori. Delle altre cose legate all'attuale conduzione politica... culturale... Parlano per me i contenuti dei commenti sopra pubblicati chissà perchè da anonimi. Io non ne parlo più... da anni ormai... dò spazio alle giovani generazioni, ai docenti scolastici che organizzeranno ancora scambi culturali in Biblioteca comunale così come hanno fatto con Bianca Tragni che di Scuola se ne intende e se ne preoccupa, i suoi consigli sono oro colato per Turi. A mio modesto parere, ovviamente.
Citazione
 
 
alina laruccia
#18 alina laruccia 2018-01-18 13:03
Carissimo Mino, la signora Tragni non si avviliva per Turi nel suo intervento, ma esprimeva solidarietà ad un progetto, la Rassegna Didiario, che porta il nome di Turi ovunque, che ha permesso al nostro Comune di avere il titolo prestigioso di "CITTA' CHE LEGGE", che non hanno comuni vicino che fanno eventi turistici. Didiario inoltre porta lavoro e denaro nelle attività commerciali del nostro comune ( bar- ristoranti- tipografie- alberghi eccetera). Didiario inoltre è nella CASA DELLE IDEE, sempre a TURI, a fare un progetto SENZA SCOPO DI LUCRO. Mi dici quanti finora lo hanno fatto? di lavorare gratis? di promuovere il proprio paese rimettendoci anche? Didiario collabora con i presidi di Bisceglie Bitritto Santeramo e porta la Rassegna anche presso SANTA TERESA DEI MASCHI, che forse saprai è la sede dei Presidi. Didiario ha in esclusiva i migliori autori del panorama culturale italiano e non solo, che fanno a gara per venire qui. Prima di parlare e attaccare, informati. Non è così che si lavora per il bene di Turi, ma operando senza arrogarsi diritti di elite culturale, non sono i titoli che fanno le persone, MIno, sono le opere. Buona giornata.
Citazione
 
 
Mino Miale
#17 Mino Miale 2018-01-17 21:49
Prof. Bianca, ricorderà certamente del libro curato da Pina Catino "Ettore Carafa La famiglia, i luoghi... la rivoluzione" (Adda Ed.) in cui lei parlava del Sacco di Altamura ed io del Carnevale storico di Turi la cui trama era l'assalto dei briganti guidati dal cardinale Ruffo. Sa perchè quel libro non fu presentato a Turi, al Presidio del libro ma al Castello Caracciolo di Sammichele ? Infastidiva evidentemente qualche sconsiderato "acculturato locale" che contattò chi di dovere, dando "cattivi consigli" ???. A Turi non c'è più il Presidio dei libri (tenacemente voluto da Mario Adda) e personalmente mi diverto a leggere i dibattiti, i battibecchi che suscitano questi argomenti. Scherzano i turesi su chi li governa, magari per altri motivi che non siano di promozione culturale. Del resto siamo tra i pochi paesi italiani CHE LEGGONO, riconoscimento di notevole pregio e vantiamo scrittori di chiara fama nazionale (i fratelli Caprio e Raffaele Valentini) oltre alla direttrice del prestigioso Archivio storico di Genova, appunto, la promotrice del Presidio del libro di Turi. Non si avvilisca per Turi professoressa... le ricordo anche che di Turi è Peppino De Tommaso, dir. de' La Gazzetta del Mezzogiono... Arrivederci
Citazione
 
 
alina laruccia
#16 alina laruccia 2018-01-17 09:22
Buongiorno. Ringrazio infinitamente la signora Bianca Tragni che conosco di fama e che invito a Turi presso Casa delle Idee.
Continuiamo nel nostro progetto di formazione a sostegno delle giovani generazioni e non solo, è la famiglia l'anello debole.
Citazione
 
 
Bianca Tragni
#15 Bianca Tragni 2018-01-16 21:27
Sono esterrefatta dei commenti meschini e gretti su una iniziativa pregevole sotto tutti i punti di vista. Complimenti, andate avanti con Didiario. Se posso permettermi di suggerire una cosa, vi propongo di parlare di uno scienziato pugliese, Luca de Samuele Cagnazzi. Ho scritto un opuscolo proprio per i ragazzi. Non è frequente parlare di scienza e scienziati. Si chiama "Cagnazzi uno scienziato nelle rivoluzioni" ed è editato da Adda di Bari. E, se decidete di prenderlo in considerazione, NON ci saranno costi. Cioè zero spese: diciamolo alle malelingue che vivono solo per i soldi, pochi o molti che siano.
Citazione
 
 
ZEUS
#14 ZEUS 2016-11-03 11:48
questi progetti partono dalle scuole del territorio... non certo dai falsi profeti... senza frutti... per la bocciatura dei nostri insegnanti, chissà come mai, caro luca turese questo paese serve solo a dormire e a mangiare in pizzeria AhhAhhhhAAhh :D
Citazione
 
 
mago
#13 mago 2016-11-03 10:01
la cultura non è mai stata apprezzata a Turi. 'In un paese dove l'ambizione massima è fare il presidente della festa patronale o della sagra delle ciliegie, eventi di cultura (soprattutto per bambini) non possono essere capiti. Mi dite cosa offre una città come Turi ai bambini (oltre a due giostre della villa e piazza Venusio)? Le persone che non sono capaci di fare nient'altro che criticare hanno un'unica possibilità di emergere ovvero affossando gli altri, criticando a prescindere le iniziative. I "luca turese" ce ne sono tanti e dietro vedo tanta frustrazione.
Citazione
 
 
valerio rossi
#12 valerio rossi 2016-11-03 08:46
perchè comune deve pagare , io sono contrario e chiederò massima trasparenza elenco dettagliato delle spese
Citazione
 
 
accanito lettore
#11 accanito lettore 2016-11-02 20:16
i libri ormai sono preistoria,vita troppo movimentata,impegni,internet si ha sempre poco tempo per leggere un buon libro.gli appassionati della lettura non hanno bisogno di andare a rassegne per conoscere gli autori.e solo una trovata pubblicitaria che non interessa nessuno i soliti quattro gatti che non hanno un piffero da fare e si sentono importanti di promuovere eventi
Citazione
 
 
Alina laruccia
#10 Alina laruccia 2016-11-02 06:00
Signor Rossi prima di fare certe affermazioni si legga il programma della rassegna e in quanto a carico per la comunità Turi da anni non partecipa con le scuole al progetto.le spese per viaggi vitti e alloggi sono pagati con ricavi vendita libri e come per altri eventi c'è un piccolo contributo da parte dei comuni interessati. Quanto al cavallo di ritorno su Turi è un discorso lungo. Io sono stata a Montecitorio il 6 ottobre scorso a parlare del mio lavoro con ragazzi e famiglie perché Didiario è questo, un progetto di formazione. Ma capisco che è complicato per voi da capire, visto che il vostro intento è ferire la sottoscritta. Che non si cura delle offese e va avanti. Questa edizione ha 10 comuni 21 scuole, il resto non mi riguarda. Divertitevi a scrivere cavolate noi ci occupiamo dei ragazzi che sono molto più seri. Grazie.
PS: voi cosa fate per Turi che non l'ho capito ancora.
Citazione
 
 
valerio rossi
#9 valerio rossi 2016-11-01 21:53
speriamo che le spese degl alberghi non siano carico comunita
Citazione
 
 
valerio rossi
#8 valerio rossi 2016-11-01 11:13
a turi non ci sono alberghi se mai beb,
bar di turi ma
vendere libri
Citazione
 
 
luca turese
#7 luca turese 2016-11-01 09:05
costi del evento ,
incassi previsti cavallo di ritorno per turi
Citazione
 
 
alina laruccia
#6 alina laruccia 2016-10-19 09:25
Gli alberghi che ospitano gli autori per 4 giorni sono di Turi, i bar dove portiamo gli autori sono di Turi, i ristoranti in cui li portiamo a pranzo e a cena sono di Turi, le agenzie viaggi sono di Turi...
COSA MANCA ? Prima di parlare, si accerti di cosa afferma. Ed io sono turese, fiera di aver creato una rassegna itinerante che porta il nome di Turi ovunque. Buona giornata.
Citazione
 
 
luca turese
#5 luca turese 2016-10-16 12:36
mi piacerebbe conoscere costi , se ci sono
soldi pubblici criteri d assegnazioni ecc , m informero
Citazione
 
 
luca turese
#4 luca turese 2016-10-15 23:17
nrssun beneficio economico per turi
Citazione
 
 
Lunaweb
#3 Lunaweb 2016-10-14 13:37
Perchè dai libri non nascono ciliegie, Alina
Citazione
 
 
alina laruccia
#2 alina laruccia 2016-10-13 09:05
Gentilissimo signor Luca Turese, mi spiega cosa significa evento senza frutti? Come fa a dirlo? E' un insegnante? Un genitore? un bambino? Attendo sue spiegazioni, grazie.
Alina Laruccia, presidente Associazione Didiario.
Citazione
 
 
luca turese
#1 luca turese 2016-10-12 07:21
evento senza frutti
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI