"Diamo un calcio all’ignoranza”

DSC_1575

Venerdì 12 aprile, presso la libreria Eleutera, è stata presentata la rassegna letteraria DiDiario 2013, a cura di Alina Laruccia, dedicata alla memoria di sua madre che amava i libri e il loro odore. Tra quelle mura accoglienti, giovani e adulti si sono adunati per calciare l’ignoranza bieca, mirando all’ebrezza del sapere e dunque, smantellando i chiodi della chiusura mentale e della fallace conoscenza.

La rassegna ha avuto inizio con il toccante cortometraggio “I fantastici libri volanti di Mr. MorrisLessmore”,  tratto dall’omonimo libro di William Joyce, vincitore dell’Oscar 2012. Un corto avvincente che lascia le membra incantate alla consapevolezza che i libri sono il proseguo dell’uomo, poiché essi quando letti lasciano qualche traccia di se nell’intimo del lettore, accompagnandoli per il lungo cammino dell’esistenza.

“Nelle vesti del protagonista del corto, MrMorrisLessmore-dichiara Gianni Forte- vedo Alina.” Infatti è la custode di tanti libri che consegna e consiglia ai lettori.

 Alina Laruccia intende riproporre la rassegna letteraria 2013, anche, per incidere un messaggio forte “La cultura non si brucia!”. Nonostante la sfida onerosa della crisi, la grinta di Alina non viene meno e continua a difendere la cultura senza indugi. Per questa rassegna la madrina sarà la giovane studentessa Marina Giangrande, che questo segnale dia importanza alla formazione del sapere dei giovani, poiché grazie alla cultura a veneranda età non vi saranno lacune e rimpianti, ma un uomo e una donna capaci di leggere, ascoltare e scrivere. L’evento ha avuto il suo crescere con brevi anteprime dei due spettacoli teatrali “Zeus e il fuoco degli dei” e “La scelta”, che saranno presentati nel corso della rassegna, primo appuntamento imperdibile giovedì 30 Maggio, ove seguirà la premiazione dei libri che concorrono in questi mesi.

Infine si è susseguito un video musicale giocoso e culturale all’insegna della musica senza tempo ne spazio, Realizzato da Michele Jamil Marzella, Eddy De Marco, Maria Rosaria Venere e Nicola Zita, sulle note del compositore TheloniousMonk.  Il M° Marzella dichiara: “Apprezzo molto il lavoro di Alina e dei suoi amici, che giornalmente cercano di lasciare orme di sapere qui in terra turese.  Il nuovo video goliardico- prosegue- nasce da un’esigenza di Pierangelo De Marco ispirato al divertimento e al fare musica, in collaborazione con l’associazione Arte Mista, nella persona di Nicola Zita. La divina stupidità è vicina alla grazia. Buona visone.”

Al termine del video la parola al consigliere delegato Antonio Tateo, che da anni sostiene la cultura e il sapere in senso lato, senza distinzione purché sia vera cultura. “La cultura arricchisce il cervello. Il vero potere è in chi ha cultura. Ringrazio Alina e il Presidio del libro per il duro impegno volto a promuovere cultura e suoi plurimi aspetti; per questi motivi il Comune interverrà finanziando, anche se in piccola parte, il Presidio del libro. Il Comune deve sempre metterci almeno una parte di se!”