Lunedì 28 Settembre 2020
   
Text Size

La passione che eleva lo spirito è musica

 rassegna teatr

L’arte della musica classica ha contagiato Turi, ammaliata dall’inaugurazione della prima Rassegna musicale e teatrale “Le domeniche a teatro”, a cura dell’Accademia “Chi è in scena!?”,patrocinata dal Comune di Turi, tenutasi domenica 24 Marzo presso la Chiesa Matrice di Turi.

Il concerto, “Agnus Dei”, era al massimo della tiratura emozionale. Il retroscena accademico era fermentato da giovani e meno giovani artisti baresi in preda al vivace entusiasmo per il debutto e per la presentazione della rassegna, che vedrà nel corso dell’anno otto domeniche invase dalla musica di vario genere e da spettacoli teatrali. L’Agnus Dei è stato presentato da Antonella Di Noia, insegnante di danza, coreografa e artista barese. Il M° Ferdinando Redavid direttore d’orchestra e direttore artistico; il coro  e le voci soliste sono state preparate dal M° Lorenzo Salvatori, i soprano Margareth Demicco, Daria Palmisano, Maria Chiara Scarale, mezzosoprano Zeudi Rella, tenore Nicola D’Alessandro, il coro Polimnia e Vocal Ensemble, la voce narrante Sharon Rella, alcuni membri dell’orchestra sinfonica provinciale e l’orchestra In Scena. L’esibizione si è incentrata su tre colossi musicali della musica sacrale e classica, Pergolesi, Fauré e Mozart. Un omaggio all’intera comunità presente, che ha assistito ad una profonda meditazione ed inno alla salvezza e al dolore che l’Amore può provocare se ferito e deriso. L’inaugurazione della rassegna è stata una vetrina, per mostrare il grande talento e la vera passione. A fine concerto il M° Ferdinando Redavid ha ringraziato il Sindaco O.Resta, A.  Tateo e tutta l’Arcipretura curata di Turi, nella persona di Don Giovanni Amodio e tutti i presenti per aver risposto agli inviti. “La musica prima di tutto è passione. E’ una carica esplosiva di emozioni, emozioni che il pubblico stesso ci trasmette. E’ importate avervi qui stasera e confido in un pubblico numeroso anche nel corso della rassegna. La rassegna avrà luogo se ci sarà pubblico. Grazie a tutti!” Subito dopo prende la parola Don Giovanni che ha dichiarato: “Bisogna riconoscere la maestria di musicisti competenti e talentuosi. Inoltre è bene che tutti sappiano la Chiesa è un luogo di tutti, per cui c’è sempre spazio per questi eventi meditativi che elevano lo spirito.”

rassegna

La rassegna è una prima eccezionale in terra turese, che vuole appurare la bravura dei suoi talenti in otto appuntamenti imperdibili. 

Questa iniziativa apre le porte alla sensibilizzazione verso un mondo trascurato e sottovalutato, ovvero l’arte dell’artista, che si erige sul duro lavoro e sulla professionalità. Per questi motivi l’Amministrazione Comunale, nella persona del Consigliere Comunale Antonio Tateo, ha sostenuto la professionale credibilità del Maestro Ferdinando Redavid che assieme al Maestro Lorenzo Salvatori e a molti altri artisti hanno riposto le loro energie in questo progetto con grandi sacrifici, per arricchire lo scenario culturale turese. L’anima della rassegna è il pubblico, poiché tramite esso viene apprezzata, criticata, valutata, ma più di ogni altra cosa ascoltata. L’artista suona per innumerevoli motivi, ma soprattutto per arrivare alla gente, per trasmetterle sensazioni, emozioni e reazioni di qualsiasi natura. La musica è dinamica e avvolge tutti. 

 

Foto by Rox

Commenti  

 
Ferdinando Redavid
#12 Ferdinando Redavid 2013-04-10 19:59
La sala della chiesa madre è stata messa a disposizione da Don Giovanni in modo completamente gratuito!
Citazione
 
 
ipotesi
#11 ipotesi 2013-04-09 17:16
certo che anche tu esalti a destra e annienti a sinistra! per difendere qualcuno e/o qualcosa si devono fare per forza paragoni?penso non sia necessario denigrare gli altri giovani e le altre associazioni(le feste,le sagre e le mule fanno parte del nostro passato,della storia tua o dei tuoi genitori...della storia di Turi).Fa crescere anche il tuo cervello! Complimenti a Chi è di scena e forza e coraggio(ce ne vuole davvero tanto)a quanti si prodigano per il nostro paese.
Citazione
 
 
Bach
#10 Bach 2013-04-07 23:07
Concordo pienamente con turese DeG.
Citazione
 
 
Lady Poison
#9 Lady Poison 2013-04-05 16:34
ahahah allucinanti i turesi! sempre pronti a "tagliare" sul prossimo quando le corna le avete in casa!Ecco perchè questo misero paesello non progredisce mai, sempre fermo all'età feudale e refrattario alle iniziative. Qualsiasi cosa abbia a che fare con l'arte, con la cultura viene sempre reso oggetto di scherno e derisione, l'unica cosa che si impara a Turi è l'arte della zappa e del taglia taglia!!Stanziati 5000 euro per una rappresentazione teatro/musicale... ERA ORA!si investono soldi per stronzate quali le sagre e le feste delle mule proprio a rimarcare il legame atavico che il turese tipico non ha mai sradicato,sempre con i piedi nella terra e la forbice in mano.Ma scetavinn che per voi l'Arte e la Cultura sembrano fonti di malattie...e fatelo crescere un po' quel misero cervello!!
Citazione
 
 
turese DeG
#8 turese DeG 2013-04-05 00:35
Molto commuuuuooovente...!!
La parola umiltà significa tanto, e non penso rispecchi la descrizione del tuo commento, al quanto molto presuntuosa..
Comunque la TRASPARENZA....si vedrà..!!
Buon Teatro
Citazione
 
 
franco
#7 franco 2013-04-04 23:43
Finalmente!Si sta pensando seriamente di trovare una struttura/contenitore culturale... hanno affittato la sala teatro della chiesa madre per ospitare le manifestazioni? ;-)
Citazione
 
 
L.G.
#6 L.G. 2013-04-04 21:06
Ferdinando stai solo sprecando tempo nello spiegare o giustificare il tuo operato :roll:
Sei con la tua associazione uno dei pochi che opera bene e con costanza culturale in questo paese.
Continua per la tua strada anche se richiede soldi ed enormi sacrifici ;-)
Auguri
Citazione
 
 
Ferdinando Redavid
#5 Ferdinando Redavid 2013-04-04 12:38
Di solito mi piace parlare guardando in faccia chi mi muove delle critiche, ma visto che vi nascondete dietro pseudonimi cercherò di rispondere comunque.
In primo luogo non ho considerato mai la chiesa un teatro anzi, non vi era luogo più consono per eseguire quel programma ( ammesso che TURESE DeG conosca quelle composizioni). Non ho la sindrome della bacchetta assolutamente, visto che lo faccio all'interno degli eventi che organizziamo noi! Poi anche perchè vi sono alle spalle 25 anni di duro lavoro come musicista perchè nella vita io faccio questo! Non è un hobby o un dopo lavoro. Inoltre alla domanda "quanti turesi rappresentavano l'Associazione" rispondo dicendo che all'interno dell'orchestra vi erano musicisti turesi ( Giancarlo Mazzone, Dario Palmisano e Simone Saverio mio collega alla Sinfonica di Bari)e nel coro diversi ragazzi turesi tra cui il M° Lorenzo Salvatori che collabora con noi dall'inizio della apertura dell'Associazione e per l'occasione ha preparato il coro ed i solisti che si sono esibiti.Aggiungo che la nostra Associazione è frequentata da 87 famiglie che hanno deciso spontaneamente di affidarci i loro figli nelle varie discipline della nostra scuola. Quindi prima di parlare informati bene!
Per quel che riguarda lo stanziamento dei 5.000 Euro ( per il signor M.N.) stia tranquillo che non li metto in tasca io, ma servono a coprire parte delle spese ( contratti artisti, affitto di pianoforte, materiale informativo e tante altre cose) che sarà rendicontato al centesimo come avviene in tutte le collaborazioni TRASPARENTI dove vi è alla base un accordo di collaborazione firmato da ambo le parti, Amministrazione e Associazione. Le tue chiacchere stanno al vento caro M.N.!! Se per te il Teatro e la Musica è un' altra cosa allora vieni a spiegarcelo tu di persona.
E per quel che riguarda la sala teatro della Chiesa Madre, bisogna ringraziare Don Giovanni per averla messa a disposizione perchè si rende conto anche lui che purtroppo manca un contenitore culturale dove ospitare le manifestazioni. La colpa è delle tante amministrazioni che negli anni si sono succedute e non hanno mai pensato seriamente ad una struttura, forse perchè vi erano problemi più importanti, almeno il consigliere Tateo ci sta provando con le tante difficoltà, ma noi siamo sempre pronti a sminuire.
Io vado avanti comunque come ho sempre fatto nella vita, con il lavoro e il sacrificio, perchè le parole le sappiamo dire in tanti, ma poi i fatti sono quelli che fanno la differenza.
A Voi, che sapete sempre tutto e di più, vi lascio nella vostra mediocrità!

Io mi arricchisco giorno per giorno di persone che mi insegnano qualcosa.
Soprattutto l'umiltà della quale la vostra anima è sprovvista!!
Citazione
 
 
Mino Miale
#4 Mino Miale 2013-04-04 11:27
Ma ponete un limite "all' opposizione per partito preso", per favore, il luogo deputato più idoneo alla drammaturgia cristianizzante è sempre stata la chiesa o il sagrato. Storicamente nelle chiese, quando i teatri erano chiusi nel periodo quaresimale e gli attori "non potevano mangiare" si tenevano spettacoli addirittura con burattini. A Turi il Carnevale storico lo organizzavano in chiesa, è ancora presente in molti tra l'altro, la serie di concerti lirici della Nova Canendi Academia o (se permettete il mio orgoglio) l' adattamento scenico del musical sulla vita di Don Tonino Bello "la lampara" proprio in chiesa Madre, sulla scalinata dell' altare maggiore con tante luci computerizzate e impianto sonoro molto particolare. Ma poi scusatemi, quando si accoglie l'ingresso della Vergine Addolorata in chiesa, l'azione non è fortemente passionale o meglio teatrale ? Ai politicizzati vorrei ricordare un particolare: quando in Polonia col regime comunista erano le chiese a permettere le manifestazioni teatrali. Credo di aver detto abbastanza. ;-)
Citazione
 
 
M.N.
#3 M.N. 2013-04-04 09:58
Stanziati 5.000€ per queste serate di pseudoteatro, per lo più in Chiesa Madre..!!!STIAMO IMPAZZENDO, fermate quell'uomo..!!!
Il Teatro è Tutta un'altra cosa..!!
Non c'è bisogno di finanziamenti, perchè basta seguire la nostra amministrazione per goderci uno tra i più bei spettacoli teatrali.
Citazione
 
 
Girotondo
#2 Girotondo 2013-04-03 13:54
"Gira e gira", sono sempre gli stessi e le stesse cose..!!Bastaaaaaaaaaaa........
Citazione
 
 
turese DeG
#1 turese DeG 2013-04-03 11:23
Peccato che la CHIESA MADRE sia diventato un Teatro..!!
Quanti turesirappresentavanol'Associazione descritta qui sopra?
Anche il M°Redavid ha la sindrome da Bacchetta..?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.