La Rassegna "Didiario"... in ogni sua parte - venerdì

lv

La Rodari incontra Anna Lavatelli

Incontrare Anna Lavatelli con il suo "La Macchia Nera" è sempre un piacere. Un diletto ascoltarla, quanto apprezzare le sue considerazioni sui lavori realizzati dai ragazzi delle classi V del II Circolo "Rodari" di Casamassima esposti nella mattinata di venerdì 8 giugno presso il Chiostro delle Clarisse.

Non solo studenti preparati con domande e curiosità, carichi del mondo del giovane Dante, racchiusi in un cesto dove ogni bambino ha colto e cercato, ma anche emozioni, della stessa autrice, che ad una richiesta ha commentato: "è la prima volta che mi capita una cosa simile. Solitamente si premiano i cantanti, gli attori, i compositori. Oggi sono onorata di premiare i migliori lettori della scuola". 

pium venPiumini con i bambini di Casamassima

I retroscena e le curiosità dei temi racchiusi ne "I segreti di Sasha" hanno caratterizzato l'incontro dei bambini delle classi IV del II Circolo "Rodari" di Casamassima con Roberto Piumini. Un appuntamento spostato presso il Chiostro delle Clarisse per permettere all'autore di intrattenersi con i suoi piccoli lettori tra l'ombreggiamento della struttura. Su richiesta dell'autore abbiamo dovuto lasciare l'incontro.

 

 

 

 


pv2Piumini tra ... "Il canto di Micaela"

Tanti cappellini colorati hanno dato un tono all'incontro con Roberto Piumini presso il Chiostro delle clarisse nella mattinata di venerdì 8 giugno. Originariamente programmato per piazza S. Nicola, l'appuntamento con Piumini ha permesso ai bambini delle classi IV elementare di Sammichele di Bari di approfondire ed ascoltare i temi racchiusi nel lavoro "Il Canto di Micaela".

Purtroppo per volontà dell'autore non abbiamo potuto assistere all'incontro che comunque ci auguriamo essere piaciuto per gli alunni e i docenti della scuola di Casamassima.





patarino1La Patarino tra i bambini della Rodari

I bambini delle classi II della scuola elementare del II Circolo “Rodari” di Casamassima, venerdì, dalle 10:30 alle 11:30, presso Piazza Venusio,  hanno incontrato l’autrice Chiara Patarino.

Hanno fatto il loro ingresso mostrando dei cartelloni sull’importanza della lettura, e dopo alcune curiose domande, l’autrice ha premiato i bambini che sono risultati vincitori di un progetto organizzato dalla loro scuola: “Scuola in biblioteca”, consegnando degli attestati di merito e dei libri ai bambini che hanno mostrato più interesse e attenzione nella lettura durante l’anno scolastico appena trascorso.




sarf1La Sarfatti incontra i bambini della "Rodari"

Anna Sarfatti, venerdì mattina, ha incontrato le classi III del Circolo “Rodari” Casamassima. Il tutto si è svolto a Piazza Venusio, uno scenario insolito, ma molto apprezzato dai bambini.

Questi hanno presentato all’autrice dei cartelloni da loro realizzati sui “diritti e doveri” ed esposto le proprie riflessioni in merito al libro, ponendole qualche quesito in merito ai nostri diritti e doveri.

L’autrice con grande semplicità e dolcezza, utilizzando anche un po’ di comicità ha risposto a tutti, suscitando molto entusiasmo tra i suoi spettatori.





La Lavatelli incontra i suoi piccoli lettori

lav2L’autrice del libro “L’enigma della torre”, Anna Lavatelli, venerdì mattina, dalle 11:30 alle 13:30 ha incontrato le classi IV della scuola elementare di Turi. I bambini hanno accolto la scrittrice intonando un canto. Come di consueto gli alunni hanno fatto delle domande all’autrice, la quale, in seguito, ha creato una piccola storia, coinvolgendo i suoi piccoli lettori, assegnando loro dei ruoli e delle battute, creando un ambiente molto scherzoso e divertente.

I bambini hanno ringraziato l’autrice perché per mezzo della lettura del suo libro hanno avuto modo di apprendere numerose tecniche narrative, scoprendo il modo per utilizzarle nel miglior modo possibile.



v2

 

L’incontro con Pina Varriale

Un appuntamento davvero significativo ha inaugurato la rassegna letteraria” Didiario” presso la scuola media R.Resta. L’incontro, avvenuto tra l’autrice Pina Varriale ed i ragazzi delle classi prime delle scuole medie “R.Resta” di Turi e “D.Alighieri” di Casamassima ,ha offerto numerosi momenti di riflessione e intrattenimento in cui non è mancato il ricordo a Melissa, la giovane vittima dell’attentato brindisino.

Durante il confronto i ragazzi, servendosi di cartelloni ed elaborati multimediali, hanno dimostrato di aver recepito in toto il messaggio che il libro “Zero e lode” ha voluto trasmettere.

“Questo libro – hanno affermato – ci ha permesso di capire che le difficoltà si affrontano con i valori della gioia, dell’amicizia e del coraggio.”






ornL’incontro con Ornella Della Libera

Durante l’incontro avvenuto tra i ragazzi delle classi seconde delle scuole medie di Turi e Casamassima e l’autrice Ornella Della Libera  il preside Brienza e il corpo docenti hanno mostrato il lavoro svolto dagli studenti per omaggiare  “Florian del cassonetto”, una delle tante fatiche letterarie della scrittrice.

Nel corso della presentazione i ragazzi hanno dimostrato, alternando momenti di recitazione con momenti di ballo, di aver lavorato in sintonia realizzando un lavoro in grado di sollecitare i presenti alla creazione di  una società virtuosa dove, nel rispetto dei principi decantati nel libro, la solidarietà e la concretezza siano alla base della vita di comunità. 

Un omaggio che ha notevolmente commosso l’autrice che ha deciso di concludere l’incontro regalando ai ragazzi un simpatico momento di lettura di alcune pagine del suo lavoro.

luisa mattia 3L’incontro con Luisa Mattia

Pensiero e azione, nel dominio del tempo, sono gli strumenti della sfida che l’autrice, Luisa Mattia, ha voluto lanciare ai ragazzi delle classi terze delle scuole medie di Turi e Casamassima al fine di suscitare interesse nell’approfondimento  del  variegato universo dei libri che, straordinariamente, coinvolge e infonde serenità, inquietudine e fervore alimentando la nostra mente con continui impulsi vitali.

“Il libro – ha affermato l’autrice Luisa Mattia - è l’espressione dell’interiorità dell’Uomo. Chi comunica attraverso un libro deve avere la consapevolezza del messaggio che esso trasferisce”. 

L’autrice ha poi esortato i ragazzi a porle delle domande le cui risposte sono state fonte inesauribile di riflessioni, consigli e proposte in cui elogiando l’impegno profuso dagli studenti e dal corpo docenti, ha invitato tutti a sostenere una campagna solidale “ Writers with children” volta a difendere il diritto alla cittadinanza italiana dei bambini nati da genitori extracomunitari.

sfrDivertimento e creatività con Simone Frasca

Appassionati e partecipi i bambini intervenuti all'incontro con Simone Frasca spostato da piazza S. Nicola al Chiostro. I lettori hanno collaborato alle creazioni dell'artista e scrittore, che, su fogli bianchi descriveva i personaggi delle storie che raccontava.

I bambini hanno apprezzato tanto il modo di porsi dello scrittore toscano, che purtroppo ha dovuto interrompere il suo incontro per lasciare spazio a quello successivo. I bambini, nonostante il poco tempo dedicato, si sono divertiti moltissimo anche a dare colore alle creazioni di Frasca.

ls


'Liberi da freni ed inibizioni: in laboratorio'

Tra i vari eventi presenti nel calendario di “Didiario”, molto interessante e formativo è stato il laboratorio di scrittura creativa. Questo ha visto la presenza della professoressa Antonella Cilento che ha lavorato con una decina di persone di fasce d’età e di istruzione completamente diverse.

Il primo incontro, della durata di quattro ore, ha avuto luogo sabato pomeriggio, presso la libreria Eleutera.

L’obiettivo precipuo del corso è stato quello di aiutare le persone che amano scrivere o che hanno qualche difficoltà a farlo, ad essere il più possibile liberi da freni e inibizioni provenienti dalle rigide regole della scrittura, per poter esternare il più possibile i propri sentimenti.





pvw3"Zero e Lode" ... in piazza Chiesa

L’autrice del libro “Zero e Lode”, Pina Varriale, venerdì pomeriggio ha incontrato i suoi lettori. I ragazzi, provenienti dalle scuola media “Stefano da Putignano” di Putignano e “Viterbo-De Bellis" di Castellana, hanno esposto alla scrittrice le proprie riflessioni in merito al libro letto.

L’incontro, avvenuto nella piazza adiacente la Chiesa Madre, è stato molto costruttivo per i presenti, i quali hanno maturato la consapevolezza che vi è un’altra realtà, parallela alla loro, delineata da confini più marcati e duri. I ragazzi hanno affermato che dal libro hanno imparato ad affrontare le paure, e non a fuggire da esse.

lib



Da Castellana e Putignano per Ornella

Il sole del pomeriggio ha reso impossibile l'incontro in piazza Colapietro così, armati di energia ed impegno, i ragazzi delle Scuole Medie di Castellana Viterbo - DeBellis e di Putignano della Stefano da Putignano, assieme alle loro insegnanti hanno raccontato ad Ornella Della Libera alcuni passi del suo lavoro letterario "Florian nel cassonetto". Un po' difficoltoso ascoltare le voci dei ragazzi impegnati in scenette tratte dal libro, ma visibile l'apprezzamento dell'autrice che, in seguito, non si è risparmiata a confidare le bellezze del suo lavoro e sciogliere le curiosità degli studenti.

 



L’incontro con l’autrice Antonella Agnoli

agnoli“Caro sindaco, parliamo di biblioteche”, l’ultimo libro di Antonella Agnoli, ha offerto un'importante occasione di dialogo e confronto, tra il sindaco Onofrio Resta e l’autrice, sull’importanza della biblioteca e sul ruolo aggregativo che essa svolge nel tessuto sociale nell’era di internet.

L’autrice, la cui esperienza nel settore bibliotecario è riconosciuta a livello nazionale ed internazionale, ha proposto come prototipi di biblioteca le “public library” e gli “idea stores”, biblioteche che non si pongono solo ed esclusivamente come luoghi di conservazione dei testi, riservati a una cerchia ristretta di persone, ma centri in cui si fornisce un servizio multiplo per tutte le fasce sociali: libri, certamente, ma anche giornali, collegamenti a internet, musica, caffè, poltrone, spazi per bambini, per i corsi di formazione e per le riunioni di associazioni e comitati. All’incontro, tenutosi proprio nel salone della biblioteca comunale, hanno preso parte poche persone che hanno espresso il desiderio di avere una biblioteca più efficiente in grado di imporsi, ispirandosi proprio alle “public library”, come inesauribile fonte di servizi.

Concordi, con la richiesta avanzata dai cittadini, l’assessore alla cultura Antonio Tateo e il sindaco Onofrio Resta, che hanno infine affermato di far tesoro di quanto detto dall’autrice affinché, anche in tempi di crisi e tagli di bilancio, l’investimento in cultura resti una priorità ponendosi come leva decisiva per il rilancio economico del nostro territorio.