Giovedì 09 Luglio 2020
   
Text Size

Da Napoli il Musical «SCUGNIZZI PER UN SORRISO»

musical

Questa sera, per la rassegna letteraria di Turi “Didiario: buoni e cattivi. Di carta”, presso l'ITC "S. Pertini" di Turi, il musical «SCUGNIZZI PER UN SORRISO».

Un musical di successo. Rivisitato con passione e creatività da un gruppo di giovani e giovanissimi impegnati nel sociale e uniti - dopo esperienze di volontariato in varie parrocchie dell’hinterland napoletano, in ospedali pediatrici e sul «treno bianco» per Lourdes - dall’obiettivo di «contagiare» il proprio sorriso, le energie e l’entusiasmo della gioventù ma soprattutto il sogno condiviso di trasmettere allegria e voglia di cambiare il mondo attraverso la magia del teatro. Si intitola non a caso «Scugnizzi per un sorriso» lo spettacolo - liberamente tratto dal musical Scugnizzi di Claudio Mattone - che andrà in scena giovedì 7 giugno alle ore 20.00 nel Teatro dell’ITC “Sandro Pertini” di Turi, in apertura della Rassegna di letteratura 2012 «Didiario. Buoni e cattivi di carta», con la regia di Ginevra Ponticelli e Alessandro Arienzo, su testo di Antonio Fiorillo (in collaborazione con Ginevra Ponticelli e Michela Calabrese).
Lo spettacolo ha debuttato il 24 giugno 2011 nel Teatro Acacia di Napoli; dopo varie repliche in diversi siti di Napoli e provincia – che hanno contribuito a progetti umanitari di adozione a distanza in Birmania e a programmi di vaccinazione di bambini in Africa - approda ora in Puglia per raccontare, sulla scena, una fiaba a lieto fine sul senso della legalità e sulla creatività come arma pacifica per combattere e sconfiggere l’arroganza, la prepotenza ottusa e la violenza dei poteri criminali di qualunque segno. Una piccola e semplice sfida dal basso, autogestita, che ha aggregato ragazzi di diverse formazioni ed estrazioni sociali: è nata così, spontaneamente ma con un duro lavoro, la Compagnia di teatro amatoriale “Scugnizzi per un sorriso”, coordinata da Ginevra Ponticelli e Nicola Mangani, che ha coinvolto quasi una trentina di ragazze e ragazzi dai 12 anni in su. Sono studenti di scuola e di università, neolaureati, cantanti, musicisti e lavoratori alle loro prime esperienze. Giovani artisti campani per vocazione o per diletto dai visi puliti, accomunati dalla stessa energia, grinta e passione per l’arte, la musica e il teatro.
Così, uniti dal sorriso dei loro cuori generosi, si sono cimentati quasi per gioco nella scommessa di dare vita al loro sogno. Per mesi, nei ritagli di tempo dallo studio o dagli impegni di lavoro rubati anche al sonno, i ragazzi hanno provato tutti insieme nel santuario di San Benedetto Abate a Casoria. Hanno affrontato pubblici diversi e superato molti ostacoli. E non hanno mai perso la voglia di stare insieme per offrire, dal Mezzogiorno d’Italia, una piccola testimonianza di passione artistica e civile nel segno di Madre Teresa di Calcutta, convinta che “la pace inizia con un sorriso”.
In scena: Alessandro Arienzo, Michela Calabrese, Emanuele Cantiello, Gennaro Celardo, Gennaro Celardo jr., Danilo Citarelli, Luigi Crispino, Cristina d’Alessandro, Giacomo D’Antò, Anna Fiorillo, Ilenia Granatino, Maria Iaquino, Danilo Iazzetta, Francesco Iazzetta, Domenico Iorio, Sarah Manzoeto, Angela Montiere, Mauro Paone, Angela Pecchia, Simone Petrone, Gabriele Pianelli, Ginevra Ponticelli, Giulia Ponticelli, Mario Sosio, Letizia Vitagliano. Arrangiamenti musicali live a cura di Gennaro Celardo(chitarra), Luigi Crispino (tastiera), Mario Sosio (batteria). Costumi di Katia Catalano, aiuto coreografie Emanuele Cantiello e Anna Fiorillo. Con la partecipazione straordinaria dei bambini Anna e Ciro Esposito.

Commenti  

 
ostinato
#1 ostinato 2012-06-10 17:36
Io c'ero e sono stato colpito dalla bravura dei ragazzi, dalla loro estrema semplicità ed entusiasmo; ma soprattutto mi sono sentito umiliato per il teatro quasi vuoto. Lo spettacolo era gratis, i ragazzi-attori non hanno percepito alcun compenso, la serata era piacevole e...non faceva freddo: eppure, di turesi neanche l'ombra; non si sono visti nemmeno quelli, i tantissimi, che su questo sito parlano e criticano a più non posso, dicendo che questo paese non cambierà mai perchè...... Se ciascuno di noi facesse un po' del proprio dovere, con i fatti e non con le parole e nemmeno aspettando che lo facciano gli altri per prima, allora si potrebbero cambiare tante cose. Ho provato rabbia e vergogna insieme. Complimenti a tutti
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.