Sabato 19 Settembre 2020
   
Text Size

“Tratti d’Amore” … un percorso nella Primavera

santissimo

Che l'inverno fosse terminato e avessimo dato il buongiorno alla Primavera, ce ne eravamo accorti, ma le nuance, i suoi sapori, i suoi suoni sono stati sfilati nella suggestiva armonia del Relais "Il Santissimo". Nella prima domenica della Primavera 2012,una location ideale per raccontare il risveglio dei sensi e delle passioni, in un tour che ha accompagnato i tantissimi intervenuti sin dalle prime ore di "Tratti d'Amore".

Nonostante l'apertura anticipata delle porte dell'antica residenza dei Caracciolo, nulla ha lasciato obiettare chi, solcando i primi spazi del Relais, ha odorato gli incanti che il paesaggio ha raccontato. La Primavera con le sue meraviglie naturali è stato il liet motiv della manifestazione, dove tutto esprimeva la bellezza, l’armonia, la suggestione e l’incanto che la Primavera, divinizzata, racchiude nel suo insieme. E non poteva che aprirsi con l’arte ricercata e mai banale dell’artista turese Annarita Rossi, in arte RiRò. Le sue tele, insieme ai candidi busti femminili, hanno dato il benvenuto ai visitatori. Lenee, forme e composizioni perfette, di una bellezza senza tempo, catturati in toni caldi e passionali hanno incrociato le bellezze strutturali dello spazio ospitante, guidando l’occhio osservatore a cogliere le successive espressioni.

Allietati dalla musica del violino e della piccola orchestra, un tuffo nel mondo dei fiori d’arancio, della bellezza e del piacere. In un percorso che prosegue con l’agenzia Vierre Viaggi e il centro estetico Marilyn, un tocco di sartorialità cucito su misura nelle proposte della designer Silvia Orlandi. Perché il matrimonio è anche casa, un tocco di classe o un’idea originale, sono le stoffe che possono cucire i gusti personali, ma che si fa innovativo e coraggioso, mostrato attraverso la scelta della stessa Silvia Orlandi, di un tavolo creato in maniera alternativa. “Gli oggetti che disegno e che a volte produco personalmente sono pezzi unici, e soprattutto sono pezzi di cuore. Il legno, la mia passione, mi accompagna da sempre. Credo sia un materiale favoloso che esprime una filosofia senza pari. Il legno è una manifestazione del tempo che passa e che lascia la sua traccia indelebile in una venatura, in un nodo e attraverso i suoi anelli che io amo tanto mettere in evidenza. Gli oggetti, secondo me hanno senso di esistere e di accompagnarci nella vita solo se noi ne capiamo il valore e il significato che esprimono”. È la natura che si fa parte integrante dell’abitazione  e che inneggia ad un incontro quotidiano con la Primavera.

Dai confetti, alla fotografia, alla nuova collezione Gargano, il percorso lungo le immagini amorose è proseguito lungo le realizzazioni artistiche di alcune pittrici, acconciatrici, stilisti, doci e torte d’occasione e composizioni varie. Il tutto, raccontato attraverso una sfilata aperta dalla “dea Primavera”, che ha coinvolto i tanti ospiti in un percorso dal sapore tutto artistico ed innovativo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.