Lunedì 23 Novembre 2020
   
Text Size

AVVIO IN GRANDE STILE PER L’ACCADEMIA TURESE

2011 scena_02

 

Sono ormai avviati presso l’Accademia “Chi è di scena ?!”, dal mese di settembre, i corsi di danza, musica e spettacolo dell’anno accademico 2011/2012.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Maestro Ferdinando Redavid nel constatare il riscontro che la sua scuola sta raccogliendo dopo i primi due anni di avvio. Sotto la direzione dell’insegnante Antonella Di Noia, Domenico Iannone, Maria Antonietta Buongiorno, Lorenzo Salvatori, Isabella Fortunato, Beatrice Birardi e Simona Armenise, lo staff di “Chi è di scena ?!” forma allievi di qualsiasi età alle discipline della musica e della danza. Un’attenzione e un occhio rivolto ai risultati che non ha mancato di offrire i suoi frutti non solo a Turi, ma anche in altri paesi dove spettacoli canori, strumentali o danzanti hanno dato omaggio all’impegno che studenti, famiglie e corpo docente realizza ogni giorno.

Accolti in un ambiente diverso rispetto allo scorso anno, l’Accademia di via Domenico Resta ha avviato anche corsi di propedeutica e di gioco danza per i bambini dall’età di 4 anni.

Seguiti passo passo dagli insegnanti, è possibile per chi frequenta scoprire o lasciarsi trascinare dalle note e dalla musicalità per sviluppare talenti o passioni che segneranno il percorso di vita di ognuno di loro.

Dal più recente Master del Bel Canto con Roberto De Candia, realizzato dall’Accademia e dall’opera del maestro Lorenzo Salvatori, allo spettacolo portato in scena al teatro di Castellana Grotte, “Sogno di una notte di mezza Estate”, per passare alle interpretazioni presso il Palazzo Roberti di Mola di Bari o citare la presenza delle allieve della Di Noia al Teatro Petruzzelli sotto la cura artistica di Iannone, la scuola di musica e danza turese sta dimostrando di lavorare con impegno e passione e di crescere giornalmente.

“Sono risultati che ci soddisfano e che ci spronano a continuare a dare spazio ai sogni e alle passioni di tutti. Sono soddisfatto di quanto è stato fatto fino ad oggi e ringrazio non solo gli allievi, ma anche le loro famiglie che ci danno fiducia”. “Un importante ringraziamento va a chi lavora con me, il corpo docente al completo” – commenta Ferdinando Redavid, “che sin dal primo giorno hanno creduto in questo progetto, l’Accademia di danza e musica!”. “Stiamo pensando a nuovi progetti per i nostri allievi e nuove opportunità di formazione che vadano ad arricchire quel bagaglio di conoscenze che già offriamo qui in Accademia”. Che le lezioni non siano “fine a se stesse” ma fonte di esperienze e conoscenze dalle quali avviare, chissà, percorsi professionali.

Tanti progetti, ma poche opportunità di realizzarli nella nostra cittadina, che costringono, come dimostrano gli esempi sopra riportati, ad affidarsi a contenitori di altri paesi per poterli realizzare e darne una meritata visibilità. La mancanza di spazi, chiusi o aperti che siano, comporta una notevole difficoltà non solo per l’Accademia del maestro Redavid, ma per chiunque voglia portare in scena spettacoli o realizzazioni che richiedono un palco attrezzato e spazi opportuni per l’accoglienza della platea. Nonostante in estate sia possibile usufruire degli scenari paesaggistici della nostra cittadina, comunque ingenti risultano le spese che gravano sull’organizzazione dell’evento, che deve provvedere anche all’allestimento di una struttura che accolga la rappresentazione, sia essa teatrale, musicale o danzante. Non si dimentica comunque il rammarico per la “perdita” dell’unico spazio per rappresentazioni artistiche di Turi, l’ex Cinema zaccheo perchè forte è l’esigenza e l’attenzione che anche il settore artistico e culturale richiede.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.