SULLE ORME DI TITO SCHIPA

concerto-lirico

L’Arciconfraternita del Purgatorio ha organizzato, in onore dei festeggiamenti della Madonna del Carmelo, in Piazza Silvio Orlandi, un evento lirico “Sulle orme di Tito Schipa: l’alfiere del bel canto di Puglia” , col patrocinio del Comune di Turi e della Provincia di Bari.

Il concerto è stato dedicato a Tito Schipa uno dei più grandi "tenori di grazia" della storia dell'opera a cui è stato, peraltro, intitolato il Conservatorio di Lecce, scuola di provenienza degli stessi musicisti.

La serata è stata aperta con un “Ave Maria” cantata con passione dal tenore di grazia Federico Ragusa.

Per Schipa, attore e compositore, il canto è preghiera e quando si canta bisogna farlo a testa alta.  Tra un brano e  l’altro la conduttrice Marina Marinelli ha citato alcuni passi delle sue opere.

Abbiamo ascoltato “Parafrasi” e “La donna è mobile” dal “Rigoletto” , “Granada”, canzone spagnola del 1932 che descrive, come in una cartolina, la città, l’”Intermezzo” della “Cavalleria Rusticana” ed una serie di musiche leggere popolari come “Tu che mi hai preso il cuor” romanza tratta dall’operetta “Il paese del sorriso”,  “O sole mio” e “Torna a Surriento” .

Purtroppo, nonostante la qualità dei musicisti, dati i frequenti problemi di audio a giustificazione del quale si è detta l’impossibilità di alimentare corrente per circa 3000 watt, da una normale presa domestica, l’ascolto non è stato veicolato sempre piacevolmente.

concerto-lirico-bis