Mercoledì 26 Febbraio 2020
   
Text Size

L'ARRIVO DI MARIA DI NAZARETH A TURI

Maria_di_nazaret_10

Tanti fedeli hanno accolto, nel pomeriggio del 15 febbraio, la statua itinerante di Maria di Nazareth, giunta nella nostra cittadina accompagnata da Padre Michele Perrugini.

“La scelta della Chiesa e dei fedeli che la pregano non è casuale - ha commentato il padre – visibilmente gioioso nel vedere la grande partecipazione dei fedeli turesi all’arrivo della Madonna”. Don Maurizio, che apre le porte della sua Parrocchia ‘Maria SS. Ausiliatrice’ si dice profondamente grato per questa possibilità e ringrazia non soltanto Padre Perrugini, ma anche la Banda Cittadina, per essersi posta subito a disposizione e la Confraternita del Purgatorio che ha prestato a Maria la Chiesa di Santa Chiara che l’ha accolta.

“La Madonna  - ha continuato padre Perrugini - viene qui a compiere il più grande dei miracoli: essere vicina a chi è lontano, non solo fisicamente, ma soprattutto con il cuore. In questi giorni, dedicate le vostre priorità alla Vergine e permettete questo incontro amoroso e profondo con Lei”. Perché Turi? Perché Don Maurizio? Ha continuato padre Perrugini. “Maria va dove le si apre il cuore. Questa è una Madonna che cammina, come si può vedere anche dalla sua rappresentazione, ma è anche e soprattutto una Madonna che porta con sé la Vita, infatti è incinta”. Quindi l’augurio di Padre Perrugini perché venga accolta con gioia e porti vita alla nostra comunità.

Sentite, anche le parole del Sindaco, Vincenzo Gigantelli, che a nome della comunità aggiunge che “accogliamo la Madonna non solo come simbolo, ma nelle nostre famiglie e nei nostri cuori.  Siamo onorati di questa possibilità” e la sua presenza si ascrive ad un culto che da anni accompagna la nostra cittadina. “Turi venera da sempre la Madonna e il culto Mariano è molto sentito nelle nostre famiglie. Ringraziamo Padre Perrugini per questa possibilità”.

Da Santa Chiara, una lunga processione ha accompagnato la statua della Vergine fino alla parrocchia di ‘Maria SS. Ausiliatrice’ dove, in un clima festoso dato dalle musiche di gioia suonate dalla banda cittadina Maria di Nazareth è stata portata in Chiesa dove resterà fino a venerdì. A chiudere la cerimonia di Incoronazione, la preghiera di Don Bello e l’augurio di Padre Perrugini di onorare una Madonna che porta con sé amore e vita.

NOTIZIE - La statua del Santuario dell'Annunciazione di Nazareth, una deliziosa immagine di Maria di Nazareth, ha visitato, dall' 8 Marzo 1998 al Natale 1999 ben 35 capitali dei vari paesi del mondo e, di settimana in settimana, ha incontrato nuovi popoli del Terzo Millennio. Dal Giubileo del 2000 la sua sede è la Basilica dell’Annunciazione a Nazareth. Il 15 aprile 1998, “Maria di Nazareth” veniva incoronata da Sua Santità Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro; subito dopo iniziò il pellegrinaggio mondiale, cominciando da Bari, dal 18 al 26 aprile 1998, incontrando folle innumerevoli di suoi figli in ogni parte della terra e  accogliendoli nel suo Cuore Immacolato con la desiderata consacrazione.

Il Custode di Terra Santa, P. Pierbattista Pizzaballa, l’ha affidata a P. Michele Perruggini per il restauro e per una breve peregrinatio in Puglia.

La Vergine, che è stata appena restaurata dall’autore Gregor Mussner di Ortisei (Bz), per  un breve periodo sta peregrinando in Puglia, prima di tornare nella sua sede naturale, la Basilica dell’Annunciazione a Nazareth.

Dopo essere stata a Foggia ("Cortile dei Gentili"), Triggiano (Parr. SS. Crocifisso), Terlizzi ("Casa Betania"), Mola (Monastero Clarisse), Corato (Chiesa Matrice), Trinitapoli (tutte le parrocchie), Bari (10° Regg. Trasporti, Caserma Briscese), Grumo (Chiesa Matrice e Maria SS di Monteverde), Alberobello (Basilica Santi Medici e Suore Oblate di Nazareth), Turi (Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice), proseguirà la visita, oltre che nelle parrocchie, anche in luoghi speciali: case di riposo per anziani, ospedale per i bambini, carceri, oncologico, etc., luoghi spesso di dolore che hanno bisogno dell’illuminazione della fede.

La permanenza della statua di Maria di Nazareth, che ritrae la Madonna mentre è impegnata in un passo in discesa, darà l'occasione anche a chi é in ricerca, dubbioso, incredulo, quindi estraneo alla fede, di ascoltare un annuncio del Vangelo incentrato su “I PASSI DI MARIA”, che di gradino in gradino ci guida all'umiltà, vera porta della fede.

La catechesi sui “Passi di Maria”, sarà tenuta da P. Michele Perruggini, a cui si aggiungeranno la recita del Rosario antico (ogni Ave Maria rappresenta un mistero, illustrato da meravigliose antiche xilografie dei secc. XV e XVI) e la celebrazione eucaristica.

PROGRAMMA

MARTEDÌ 15 Febbraio

Ore 16.30: ACCOGLIENZA DI MARIA DI NAZARETH CHIESA DI SANTA CHIARA

Consegna della Madonna al Parroco

Saluto del SINDACO

In processione verso la Parrocchia

Ore 17.30: ARRIVO IN PARROCCHIA E INTRONIZZAZIONE

MERCOLEDÌ 16 Febbraio

Ore 8.30:   Preghiera del S. Rosario con le mamme

Programmazione parrocchiale

Ore 19.00: FIACCOLATA PER LE VIE DELLA  PARROCCHIA

GIOVEDÌ 17 Febbraio

Ore 8.30:   Preghiera del S. Rosario con le mamme

Programmazione parrocchiale

Ore 15.30: S. Messa con Esposizione Santissimo

Ore 19.00: ADORAZIONE EUCARISTICA E VEGLIA MARIANA con

VIDEO del ROSARIO ANTICO (P. Michele Perruggini)

VENERDÌ 18 Febbraio

Ore 8.30:  Preghiera del S. Rosario con le mamme

Programmazione parrocchiale

Ore 18.00: S. MESSA  SOLENNE E  LITURGIA DI CONGEDO

 

Commenti  

 
majh
#2 majh 2011-02-18 15:58
E' interessante ciò che disse Mario Monicelli: “La speranza è una trappola, è una brutta parola. Non si deve usare.
La speranza è una trappola inventata dai padroni.
La speranza.. è quella di quelli che ti dicono che Dio… state buoni state zitti, pregate, che avrete il vostro riscatto,la vostra ricompensa nell’aldilà.
Intanto perciò adesso state buoni …ci sarà l’aldilà…
Così dice questo: state buoni, tornate a casa…sì, siete dei precari, ma tanto fra due o tre mesi vi riassumiamo ancora vi daremo il posto … eccetera
Sì sì state buoni… vanno a casa e stanno tutti buoni… abbiate speranza.
Mai avere la speranza: la speranza è una trappola, è una cosa infame inventata da chi comanda.”
Citazione
 
 
ANNA della FRANCIA
#1 ANNA della FRANCIA 2011-02-17 22:26
CIAO GRAZIE A VOI PER LE FOTO
E LA PRIMA VOLTA CHE SENTO PARLARE
DI QUESTA FESTA DI PIU CON LE FOTO !!!
UN ABBRACCIO A MIO ZIO CHE PORTA MARIA DI NAZARETH
:lol:
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.