Mercoledì 26 Febbraio 2020
   
Text Size

LA LETTERA DEL PRESIDIO DEL LIBRO

pacco_Alina_foto_ufficiale

Vi proponiamo la lettera con la quale il Presidio del Libro di Turi ha accompagnato la consegna di libri in dono per la Biblioteca Comunale.

Nella serata di inaugurazione della stessa, il Presidio del Libro ha voluto donare alla Biblioteca, nella persona del sindaco Gigantelli, alcuni testi della letteratura italiana e straniera.

Perchè la Biblioteca sia luogo di cultura, di lettura, di incontro di idee e di discussione letteraria, uno spazio aperto a tutti, una forma di rinascita culturale, un luogo di libertà e di creatività per ogni cittadino.

Quale miglior dono per una Biblioteca Comunale?


 

AL SINDACO DEL COMUNE DI TURI

"Fondare biblioteche è un po' come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l'inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire. (Marguerite Yourcenar) "

Inaugurare questa biblioteca può apparire, ed essere, un paradosso, se la biblioteca resta quella dell’eterno riposo.

Come suggerisce l’insidia della metafora, la vita del libro si svolge fuori da questi termini estremi.

Il libro è inseguito nelle mani dei lettori di mestiere e di quelli di diletto, nelle recensioni della critica e nelle conversazioni private, nelle vetrine delle librerie e negli scaffali da salotto, di chi cerca un oggetto da donare o una compagnia per un viaggio o una convalescenza, c’è chi i libri li legge e li conserva, chi li legge e li abbandona, chi li ricorda e chi li dimentica.

Autori ed editori immaginano il mercato del libro come una città in movimento, di cui occorre capire le direttici di traffico e gli orientamenti degli abitanti e poi calcolare le tirature, i titoli, i temi, lo stile dei libri da partorire.

Senza deludere le aspettative.

Le biblioteche sono d’altra parte luoghi destinati alla conservazione dei libri.

Come ha ben sottolineato Antonella Agnoli, (ricercatrice di soluzioni innovative per Biblioteche) nel suo saggio "Le piazze del sapere, E. Laterza", la biblioteca pubblica deve diventare un territorio aperto a gruppi di Associazioni, il nodo centrale di una rete che si unisce ad altre realtà culturali.

In un Paese sempre più ignorante, che rischia di restare ai margini della conoscenza, questo luogo deve diventare parte di un progetto comune di rinascita, un luogo di libertà e di creatività per ogni cittadino.

La biblioteca di comunità può far desiderare quella privata.

Chi non ha libri in casa non è forse mai entrato in una biblioteca.

IL PRESIDIO DEL LIBRO DI TURI intende partecipare a questa festa con un dono.

E quale miglior dono del libro?

Noi auspichiamo che questo luogo non diventi territorio di conquiste, ma spazio libero per tutti.

Turi 5 Febbraio 2011

Il Presidio del Libro di Turi

Il Presidente Alina Laruccia


ELENCO LIBRI DONATI DAL PRESIDIO DEL LIBRO DI TURI

pacco_Alina_1

P. Maurensing - ‘Canone Inverso’

G. Lehner - ‘Il caso Sergio Caneschi’

‘Immagini dagli elenchi telefonici 1989’

‘Immagini dagli elenchi telefonici  1993’

I. Calvino - ‘Il cavaliere inesistente’

M. Boscherini - ‘Vi racconto Cuore’

P. Lamberti - ‘Pinocchio 2000’

A. de S, Exupery - ‘Il piccolo principe’

Pessoa - ‘Il libro dell'inquietudine’

C. Pavese - ‘La bella Estate’

G. A. Stella - ‘Negri froci giudei’

J. Schwarcz - ‘Il genio della bottiglia’

U. Eco - ‘I promessi sposi’

AAVV - ‘Buonanotte con le fiabe’

Leggi anche INAUGURATA LA BIBLIOTECA COMUNALE

Commenti  

 
CircoloGramsci
#5 CircoloGramsci 2011-02-09 13:00
Il gesto di Alina è un esempio di civiltà che dovrebbe rappresentare un esempio per tanti. Turi ha bisogno di energie vive, sane, competenti, capaci di costruire in sinergia progetti e idee per la comunità.
Le associazioni sono presidi permanenti di solidarietà, civiltà, impegno, condivisione. E Alina ha mostrato come le associazioni possano e debbano stare insieme, produrre azioni tese non alla celebrazione di sè, ma alla crescità della collettività.
Il dono di libri non può celare le mancanze dell'amministrazione nella cura della biblioteca, il Presidio non sostituisce la politica e le sue responsabilità.
C'è molto da rivedere a Turi, nel rapporto tra le associazioni e tra queste e la politica. C'è da fare rete, uscire dalle logiche personalistiche e individuali, c'è da rivedere le politiche comunali in merito alla concertazione dei progetti con le associazioni, alla distribuzione dei fondi.
C'è da garantire equità nella distribuzione dei fondi, evitando spese inutili come tutto quello che verrà speso per il Premio Turi, ad esempio. C'è da valorizzare di più e meglio le energie che lavorano ogni giorno per garantire servizi essenziali per la comunità.
C'è da prendere esempio da persone appassionate, vive come Alina. Complimenti

iscritto Circolo Gramsci
Sinistra Ecologia e Libertà
Federazione della Sinistra
Citazione
 
 
sofia senior.
#4 sofia senior. 2011-02-07 22:04
carissima Alina darsi "oggi" del "lei" mi turba: il nesso del mio aforisma è comprensibile se solo dai un'occhiata, libro x libro (la digitalizzazione xmette questo e altro), quanti e quali (non certo dal giorno dell'ultima cerimonia inaugurativa)libri arricchiscono il "nostro" patrimonio librario comunale. Il Comune di Turi ha addirittura patrocinato libri ke non esistono in quegli scaffali e una "ignorante" come me kiede a te perkè :lol: certo proprio a te ke dovresti promuovere tutto ciò ke parla e fa parlare di Turi (di qui la definizione PRESIDIO DEI LIBRI, inserito nello statuto ke ben sai). :lol: Il mio sogno è di trovare cambiata la determinatezza culturale ke ti compete a Turi nel dover incidere in quest'ambito, perkè quei libri (e t'assicuro son tanti) io li ho letti e non li "dono" alla collettività poikè conosco il valore dei soldi e quanto si suda nel cercare la parola giusta da mettere nel punto giusto . Non mi deludere l'estate a venire, se non difendi tu questi autori, "ke ti tengo a fare?" diceva un personaggio turese DOC! Ti saluto con stima, come sempre
Citazione
 
 
max
#3 max 2011-02-07 21:15
Alina non farci caso a sofia e' solo un gelosone......
pero' chissa'.. mi fa' riflettere il suo commento :D
Citazione
 
 
Alina Laruccia
#2 Alina Laruccia 2011-02-07 20:39
... Non so chi lei sia, Sofia senior, di solito in un dialogo ci si presenta con nome e cognome, io non ho usato nickname, sono onorata di firmarmi così come mi chiamo. Per me e per la mia famiglia. Soprattutto per mio padre che non c'è più, a cui dedico ogni istante della mia vita e del mio lavoro e della mia passione per i libri. Quando c'è una inaugurazione, è buona usanza presentarsi con un dono. Il Presìdio del Libro di Turi ha voluto offrire alla Biblioteca e quindi alla Comunità tutta, un dono. Tutto qui. Ci aspettiamo che altre Associazioni seguano l'esempio. Per il resto niente vino, sono astemia. Grazie.
Citazione
 
 
sofia senior.
#1 sofia senior. 2011-02-07 18:23
E poi alla fine, tutto finisce a tarallucci e vino ;-) , ad Alina direi solo questo: non donare altri libri, i soldi per comprarli sono conservati nelle casse comunali quando alla CULTURA si dà il giusto "valore politico". :sad:
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.