Lunedì 28 Settembre 2020
   
Text Size

PINA CATINO PORTA TURI IN GIRO PER IL MONDO

pina_catino.jpg

Turi arriva a Torino. Alla Fiera del Libro - Stand Regione Puglia, sta riscuotendo un grosso successo il libro “Ettore Carafa, la Famiglia, i luoghi, la rivoluzione” Di Pina Catino, Adda editore. Nel libro sono riportate fotografie di Turi, in particolar modo della Grotta di Sant’Oronzo. Le stesse vennero proiettate il 20 maggio scorso durante la Cerimonia del Premio Internazionale FEDERICO II per La Pace a Castel del Monte. Inoltre, la fotoreporter Catino, ha avuto la possibilità di portare in mostra delle gigantografie delle stesse foto a Bari, nella Settimana Europea dell'Acqua a Japigia 1. Ma non sono finite qui le soddisfazioni. Pina Catino, il suo libro, e la parte che tratta Turi con foto ed argomentazioni, a cura di Mino Miale, parteciperà alla mostra Orizzonti d'Acqua ad ISTAMBUL in occasione del V Forum mondiale sull'Acqua il 22 marzo 2009.

Un secondo progetto della Fotoreporter riguarda “Puglia, ponte tra Europa e il Mediterraneo”,Navigazione medievale sulle rotte per l’oriente, “MONACI IN ARMI”.Il progetto si configura nella forma della ricerca – azione. L’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza di una dimensione europea sulla Storia dei Crociati – Monaci in armi a tutt’oggi ancora “macchia di leopardo”. Attraverso la produzione di una documentazione dell’attività svolta, è prevista la realizzazione di una mostra fotografica e di un catalogo -  libro, preceduta da sopralluoghi nelle località individuate come area d’intervento. La logica di fondo del progetto parte dal presupposto che la valorizzazione del patrimonio culturale è da intendersi come un intervento integrato che coinvolga sistematicamente gli aspetti materiali, fisici, ambientali dei luoghi e l’insieme immateriale delle culture locali, dei saperi, delle tradizioni e dei costumi in una trama di rapporti che si è intrecciata sulle sponde adriatiche e mediterranee. Punto di forza del progetto è la valorizzazione delle interrelazioni culturali tra la Puglia e l’Europa, nel caso specifico la Francia. Nella scelta dell’area d’intervento si è tenuto conto di due elementi fondamentali di coesione: il mare e le strade di collegamento. L’itinerario pertanto tocca le seguenti città: Andria, Barletta, Trani, Sovereto - Terlizzi, Molfetta, Giovinazzo, Monopoli, Otranto, Brindisi; località costiere e dell’entroterra pugliesi, luoghi di passaggio, d’imbarco e di approdo nel circuito degli itinerari medievali di Crociati, di eserciti e di mercanti che confermano il ruolo di cerniera e di crocevia di popoli che la PUGLIA deteneva tra l’Europa e il MEDITERRANEO oltre l’Appia Traiana, una delle arterie principali era, infatti, la via Francigena che collegava Roma alla Francia e alla Spagna lungo i due cammini diretti a Santiago di Compostela.

Le località individuate, erano attraversate da queste due storiche arterie oltre ad essere di significativa rilevanza storico – culturale.

La valorizzazione di tali punti di forza favorirà una più ampia conoscenza del bene culturale in oggetto, con positive ricadute sul turismo e sugli scambi internazionali ricorrendo a sistemi e prodotti cartacei (pubblicazionì) e multimediali; una maggiore fruizione di tale risorsa grazie anche alla creazione di un itinerario storico – culturale in tutti i comuni costieri coinvolti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.