VINCE LA PRIMA EDIZIONE DEL CONCORSO BARVO BRAVISSIMO JUNIOR STEFANO MATARRESE

Ada Stefani come MIKe scopre  i talenti della provincia

Palasciano: “Coltivare le proprie passioni per andare contro il mondo che tende all’appiattimento”

Stefano Matarrese, è lui il Bravo Bravissimo Junior 2008. Con la strepitosa performance, in materia canto, si è aggiudicato il primo concorso dedicato ai talenti organizzato dalla scuola Media Statale "Raffaele Resta di Turi". Studia canto dall'età di 7 anniGrazie alla canzone "O surdato nnammurato" di Massimo Ranieri ha portato a casa un assegno di 200€ e un attestato consegnatogli dal preside della sua scuola, dott. Angelo Catucci.

Sul podio sono saliti anche Luigi Palma, conversanese, categoria letteratura, interprete di tre poesie da lui stesso composte e Bozzi Domenica, categoria musica, esibitasi con il suo violino in un duetto assieme alla pianista accompagnatrice. Anche per loro un assegno, rispettivamente di 150€ e 100€, l'attestato di partecipazione e la premiazione dalle autorità presenti: il dott. Piero Palasciano, rappresentante della Amministrazione Comunale di Turi e la Presidente del Comitato genitori turesi. Tutti e tre gli adulti hanno tenuto un brevissimo discorso per sottolineare l'importanza di impegnarsi in una attività che porti alla dimostrazione delle proprie capacità innate, da coltivare e portare avanti nella vita, per emergere in un mondo che tende all'appiattimento.

All'appello per la finale mancavano due ragazzini, Pasquale Greco e Glenda Carenza, impegnati in Rai nella trasmissione "Ti lascio una canzone" andata in onda ieri sera. Tutti i protagonisti della serata sono stati premiati con una coppa e l'attestato di partecipazione. Alle 17.30 di ieri sera è cominciata la finale e sono state ricordati i regolamenti, le modalità di votazione e la scelta dell'ordine di esibizione avvenuta per estrazione.

Quattro le categorie ammesse al concorso: cantanti, musicisti, ballerini e attori, singoli o in gruppo. Cominciato tramite bando di concorso nel novembre scorso il progetto ha subito riscontrato un successo strepitoso con circa 70 alunni delle scuole medie iscritti per mettere in campo, anzi sul palco, le proprie caratteristiche fuori dal comune. Due le fasi intermedie che hanno portato alla finale di venerdì sera: due fasi eliminatorie da cui sono venuti fuori i 28 semifinalisti e, appunto, due semifinali, da cui sono emersi i 12 finalisti. Nelle tre fasi si sono alternate quattro giurie differenti di 4 o 5 membri che hanno potuto di volta in volta effettuare lo sfoltimento del gruppo fino a scegliere il vincitore. Ad assumersi le responsabilità dei verdetti decisivi la prof. Cornacchioli (Letteratura), il prof. De Leonardis (musica), la prof.ss Capurso (danza) e la prof.ssa Masi (canto). Ogni giurato ha avuto la possibilità di votare i ragazzi con la classica alzata della paletta con voti dal 4 al 7. Ai tre vincitori sono stati assegnati, rispettivamente, i tre voti massimi: 28, 27 e 26.

Tutti i giurati, avvicendati nelle varie serate, hanno ricevuto anch'essi un premio di riconoscimento. Insieme a loro, hanno ricevuto premi di ringraziamento la professoressa Angela Sant'Orsola, presentatrice di tutte le serate del concorso, la professoressa Stefani e le due "vallette", Mariafrancesca e Marialessia, che hanno contribuito alla riuscita di tutte le fasi organizzative. E, come se non bastasse, sono stati premiati anche i ragazzi del gruppo folkloristico di Monopoli, amici di compagnia di due ragazzi partecipanti, e il "tuttofare" della scuola media.

Due momenti di intrattenimento extra concorso: l'esibizione del gruppo monopolitano in un pezzo di ballo e canto da repertorio che ha tenuto arzilli i presenti durante l'elaborazione dei verdetti e l'esibizione del maestro Gianni Elia De Leonardis, affermato pianista, che ha deliziato il pubblico con tre sonate di alto livello.

Così si è conclusa la prima edizione del concorso promosso, coordinato e realizzato dalla professoressa Addolorata (detta Ada) Stefani. Conosciuta per il suo saper fare, le sue mostre di presepi, concorsi letterari, di recitazione e tantissimi altri ha portato a compimento l'ennesima scommessa: organizzare un evento che potesse far emergere i talenti della provincia di Bari tra i 10 e i 13 anni. E come al solito ha fatto una gran cosa! L'appuntamento è per l'anno prossimo al Bravo Bravissimo Junior 2009.

Gli altri partecipanti alla finale

Luigi Tarantino, Batteria, Annalisa Peschetola, Pianoforte, Marika Gadaleta, canto, Elvira Pipino, Canto, Giovanni Buongiorno e Caputo Giuseppe, due musicale e canoro, Leonardo Lamacchia, canto, Domenica Bozzi, violino, Antonela Ventura, letteratura, Noemi Babbo, ballerina.