Mercoledì 24 Luglio 2019
   
Text Size

INTERVISTA AL TURESE PAOLO DANZA

Gli incontri saranno 5, uno al mese fino a Maggio

Don Bosco e i Salesiani ispirano i counsellor per i loro incontri

Tra gli organizzatori il turese Paolo Danza

 

La Cooperativa Sociale “Il sogno di Don Bosco” e l’istituto Salesiano “SS. Redentore” organizzano un corso sul “sistema Preventivo di Don Bosco” con la finalità di creare o potenziare lo sfondo culturale ed operativo di quanti sono impegnati, a diverso titolo, nell’educazione dei giovani (educatori, insegnanti, tutor, dirigenti ecc). a tal proposito abbiamo intervistato Paolo Danza, psicopedagogista che sta promuovendo questi incontri.

Perché questo progetto è dedicato a Don Bosco?

“Don bosco è stato uno dei primi pedagogisti.e forse uno dei migliori. Don bosco è il primo a pensare a circoli ricreativi per ragazzi come gli oratori. Egli toglieva i giovani dalla strada già nel 1850 portandoli nelle sue comunità. C’erano ragazzi che girovagavano dalle campagne alle città, e  per sfamarli, giocare e insegnare verità della fede li faceva riunire negli oratori. I salesiani sono dappertutto.”

Come si svolgerà questo percorso di incontri?

“L’evento consiste in cinque incontri, uno al mese, tenuti da un sacerdote Salesiano, Don Antonio Martinelli, che per un pelo non è diventato il responsabile mondiale dei Salesiani. Facciamo questo circolo di incontri per 50 iscritti. Purtroppo non ci sono turesi tra di essi. Su Turi, in realtà, non ci muoviamo ancora molto perchè presumiamo di avere poco riscontro. Lavoriamo più sul territorio barese.”

Quando è nata la vostra associazione? Di cosa vi occupate?

È nata due anni fa con il presupposto di occuparsi di counselling, un servizio a cui si rivolge una persona con problematiche decisionali, affettive, relazionali. Lo scopo dei colloqui con i caunsellor, coloro che svolgono l’attività, è quello di offrire alle persone un modo per consultarsi e confrontarsi. Non siamo persone che danno i consigli. Il nostro ruolo è quello di aiutare il “paziente” a guardarsi dentro. Lo aiutiamo ad aiutarsi.

Il ruolo del counsellor mi pare di capire che è molto simile a quello di uno psicologo…

“È molto simile allo psicologo, infatti spesso lo si diventa dopo la laurea di psicologia. Tuttavia non è obbligatorio essere laureati, ma con una laurea alle spalle si è più formati e preparati.

Chi fa parte dell’associazione?

“Ferdinando De Muro, esperto dei processi formativi, avvocato e counsellor. Svolge attività di formatore e consulente per conto di enti di formazione, organizzazioni no profit, imprese ed istituti scolastici su tematiche relative alla gestione risorse umane, cooperative learning, progettazione e gestione di processi.

Angela Nitti, esperta dei processi formativi e counsellor. Svolge attività di formatrice in diversi contesti formativi ed educativi come esperta di comunicazione, dinamiche di gruppo, metodologie didattiche attive. Si occupa di orientamento professionale e reinserimento lavorativo. E' Presidente dell'Associazione culturale "CreAttiva"

Io sono il presidente della Associazione e svolgo l’attività di formatore. Inoltre dirigo una comunità e i caunsellor. Nella comunità, gestita da una cooperativa di cui sono vicepresidente, sono il supervisore pedagogico, ovvero della linea terapeutica. Attualmente contiamo 15 dipendenti.”

Che titolo di studio ha conseguito?

“Laureato in pedagogia, sono psico-pedagogista. Attualmente la stessa laurea compare sotto il nome di Scienze dell’educazione”.

In futuro vi sposterete a turi?

“Da dieci anni svolgiamo queste attività. Vogliamo fare qualcosa anche su Turi. Siamo iscritti all’albo delle associazioni comunali e abbiamo parlato anche con l’assessore alle politiche della famiglia, Dina Spada. A suo tempo nella vecchia amministrazione avevo chiesto una struttura da usare come sede, ma poi è cambiata la giunta… Abbiamo proposto di fare molti progetti. Tutti erano entusiasti ma all’atto pratico nessuno si è fatto sentire.

Siete paragonabili agli assistenti sociali?

Si facciamo assistenza ai genitori. Nella sede di Bari e nella sede di Turi, attualmente corrispondente allo studio di casa mia. Qui accolgo gente dei paesi vicini.

Le vostre attività sono a pagamento?

Se ci muoveremo come associazione su Turi lo faremo in maniera gratuita o con piccoli contributi. Invece come liberi professionisti ovviamente svolgiamo una normale attività lavorativa a pagamento.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.