‘LA TOMBOLA DEGLI AFFETTI’: IL GIOCO DELLA MATERNA

tombola_materna_1

La tombola è uno dei simboli del nostro Natale e giocarla con l’aiuto dei bambini la rende qualcosa di speciale.

Una sala convegni colma di spettatori nell’Istituto “Mamma Rosa”, ieri pomeriggio ha accolto “La Tombola degli affetti” organizzata dal maestro Angelo Malena e presentata dalla maestra Angela Rizzi. Con la collaborazione delle insegnanti delle tre Scuole Materne di Turi del C.D. “P. De Donato Giannini”, i piccoli bambini hanno dato sfogo alla loro fantasia portando in scena spettacoli che hanno divertito non solo loro, ma soprattutto i più grandi.

Ad ogni vincita, un bellissimo premio che non ha mancato, spesso, di emozionare e far battere i cuori. Vestiti da angeli, cuori o stelle, i piccoli attori si sono esibiti in danze, recite e canti natalizi che hanno trascinato i presenti nella dolce atmosfera natalizia.

Copiosi gli applausi giunti ai bambini, che non si sono fatti intimorire dalla numerosa presenza degli spettatori, tra i quali, ognuno, riconosceva la propria mamma, papà, nonni e parenti vari. La tombola, un gioco semplice e tradizionale, divenuto emblema dell’amore in famiglia, come tra amici e nell’intera società ha permesso ai piccoli attori di cantare in tanti modi ‘Buon natale’ ed per esprimere la bellezza dello stare insieme, l’augurio di godere serenamente dell’amicizia e del prossimo ed infondere in tutti i cuori la magia che crea il Natale.

La Scuola Materna di Turi non ha mancato comunque di esprimere un pensiero per i ragazzi del Bambarì, in Africa centrale, che l’Associazione turese Umanità Solidale Glocal si sta impegnando per aiutare. L’impegno che l’associazione si è presa, nella persona della sua referente Maria Pia Lenato, è la costruzione di una scuola interamente realizzata con i fondi raccolti dalla popolazione turese. Le componenti dell’associazione, ringraziano il ruolo fondamentale di Don Firminio, intermediario per l’individuazione di questa città bisognosa di aiuti.

Un augurio ai genitori è stato rivolto dal dirigente scolastico, prof. G. Vernì, che ha ringraziato per l’impegno i maestri delle scuole materne turesi e soprattutto i bambini che si sono impegnati a realizzare questo splendido spettacolo. A lui, si è unito anche il saluto del sindaco V. Gigantelli che ha voluto sottolineare l’impegno di completare il palazzetto sportivo per renderlo idoneo ad ospitare manifestazioni non solo sportive, ma anche teatrali. Un luogo di cultura, di spettacolo e di incontro per tutti.

A Voi il nostro contributo fotografico, al quale abbiamo unito alcuni scatti realizzati da Fabio Zita.