Martedì 22 Ottobre 2019
   
Text Size

MARZELLA COMPONE “TURI IN HABANERA”

marzella

Michele Jamil Marzella, maestro d’orchestra, musicista e compositore dal curriculum infinito, ha ultimato la composizione di un’opera musicale dal titolo “Turi in habanera”. L’idea nacque qualche mese fa durante uno scambio di vedute con un suo amico, reporter della rivista Panorama: creare un bigliettino da visita di Turi che raccontasse il nostro paese attraverso musica e immagini.

Il brano, della durata di due minuti circa, si articola su una base di habanera, una danza resa famosa da Bizet nella sua opera “Carmen”, con il supporto di quattro archi (due violini, un violoncello e una viola) e le darabuche (strumenti a percussione tipici dell’egitto) suonate da Maurizio Lampugnani. La voce è di Zeudi Rella, mezzo soprano. Non c’è testo, solo vocalizzi. Il pezzo è stato registrato da Pierangelo De Marco ed editato dallo studio di Alessandro Ferrara.

È la prima volta che Marzella si cimenta nella composizione, nell’arrangiamento e nello studio di un’opera lirica, ma non poteva mancare la presenza dei suoni che tanto lo contraddistinguono nella sua missione di musicista, compositore e ambasciatore delle musiche africane.

Il Maestro ci ha spiegato che, come sua abitudine, ha voluto dare spazio ai giovani in questo progetto: tutto lo staff che si è occupato della registrazione e della produzione strumentale e vocale del brano è composto da ragazzi. “Una vera ricchezza su cui puntare”.

“La composizione del brano era in cantiere da mesi - ci spiega Marzella - ma il tutto si è concretizzato grazie all’insistenza del prof. Osvaldo Buonaccino D’Addiego, il quale mi ha chiesto di scrivere un’opera per la prossima edizione del Premio Turi”. Con ogni probabilità, tutti i turesi potranno ascoltare in quella occasione la messa in scena dal vivo da parte di tutto lo staff di “Turi in habanera”.

Noi della redazione di Turiweb, invece, siamo stati così fortunati da assaporare in anteprima la bellezza del componimento in questione. Marzella ci ha chiesto di esprimere nell’articolo le nostre sensazioni. Ed è quello che faremo.

Il ritmo dolce, la musica soave e la voce vellutata della cantante rendono il brano subito orecchiabile. Tanto orecchiabile da sembrare quasi già sentito in altre occasioni. Nel primo ascolto colpisce subito la forte contaminazione etnica. Tutto fa immaginare ad una danza nuziale delle tribù africane, con donne e uomini vestiti del minimo indispensabile, con la pelle dipinta con colori variopinti, scalzi, che ballano intorno ad un fuoco acceso. Subito dopo, ripensando al titolo, è facile immaginare un grande girotondo della gente di Turi durante una sagra di giochi antichi e spumeggianti esibizioni di prodotti della terra.

Nel secondo ascolto, cercando di immedesimarci in quello che l’artista ha voluto trasmettere in questo brano, pensando alla nostra Turi, ci è venuta in mente una scena: quella di una fanciulla vestita con un abito lungo bianco che ammira la quiete delle nostre campagne accarezzando i frutti degli alberi e sfiorando i petali dei fiori. Allo stesso tempo ci è tornata in mente la scansione del passo felpato di un gatto che si aggira tra i tetti del centro storico, tra l’incuria e la straordinaria bellezza, tra le antenne e i comignoli. Una Turi in bianco e nero, affascinante, a tratti malinconica, triste, irreale. Una Turi in cui c’è bisogno di rimboccarsi le maniche per farla crescere, splendere, ripartire.

Il nostro paese non ha mai avuto un inno ufficiale. Forse questo brano si candida ufficialmente a coprire tale mancanza.

Commenti  

 
daniela de carlo
#4 daniela de carlo 2010-10-22 12:07
sei spettakolo...amiko mio!
Citazione
 
 
nikita
#3 nikita 2010-10-20 19:20
Caro compagno ernesto guevara, sei il solito comunista antico, criticone e disfattista. Con quelli come te la musica può essere orecchiabile solo se è ***...
Citazione
 
 
ernesto guevara
#2 ernesto guevara 2010-10-20 17:50
Tanto orecchiabile da sembrare quasi già sentito in altre occasioni;-);-):D:P
Citazione
 
 
sofia senior
#1 sofia senior 2010-10-20 14:31
Ah ke bello, impegnerò i miei amici residenti per un cd, la musica va ascoltata in un certo modo, bravo Mikele:-*:-*:-*
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.