Sabato 25 Giugno 2022
   
Text Size

LA SCUOLA ELEMENTARE CANTA CON L’UNICEF

unicef_elementare18

L’Orchidea UNICEF è stata il simbolo che ha incorniciato l’atrio della Scuola Elementare di Turi nella mattinata del 2 ottobre. Nel giorno della festa dei nonni, come in tutta Italia, anche nel nostro Comune si è dato spazio alle riflessioni sulla difficile condizione in cui vivono milioni di bambini in tutto il mondo.

Organizzata dalla Nuova Pro Loco, rappresentata per l’occasione dalla segretaria Rina Spinelli, con la collaborazione dei volontari UNITALSI e UNICEF, tutti gli alunni della scuola elementare hanno partecipato alla prima giornata di solidarietà UNICEF. “Così preziosa che può salvare la vita a un bambino” recita lo slogan della manifestazione e le stesse parole sono sottolineate dalla referente di zona Unicef, dott.ssa Tina Resta.

Un accorato appello alla causa è stato lanciato anche dal dirigente Pino Vernì a tutti i genitori e nonni presenti alla manifestazione, ai quali ha espresso un ringraziamento per la serenità che si legge negli occhi dei tanti bambini turesi. “Tanti però non godono della stessa condizione – aggiunge – ed è importante che tutti noi facciamo qualcosa per loro”. Acquistare l’orchidea è il modo più semplice per collaborare al grande progetto UNICEF, sostenuto e sentito anche dall’Amministrazione comunale, rappresentata da Franco d’Addabbo, che ha espresso il desiderio di adottare, come comune di Turi, dei bambini a distanza.

Per loro, si è alzata la dolce voce degli alunni della scuola elementare che, divisi in classi, hanno cantato e recitato pensieri rivolti ai diritti sui minori e sull’importanza e sulla bellezza di essere bambini. Temi quali il rispetto, l’amicizia, la fratellanza, l’amore per il prossimo sono stati espressi in un grande coro per i meno fortunati. Alla fine della manifestazione due alunne delle elementari hanno lanciato in aria dei palloncini colorati, gesto simbolico del pensiero che Turi ha rivolto verso i bambini africani.

I fondi raccolti finanzieranno un pacchetto di interventi utili a salvare la vita di migliaia di bambini. L’ACSD (Accelerated Child Survival and Development) si basa sulla distribuzione integrata di zanzariere, vaccini, alimenti terapeutici, vitamine, sali reidratanti a tutta la popolazione africana. Insieme a questi si cercherà di diffondere le più comuni pratiche igienico-sanitarie e cure delle malattie più comuni, il trattamento alimentare e medico del bambino, la cura di malaria e malattie infantili e si punterà alla prevenzione dell’HIV/AIDS. L’obiettivo sarà di salvare circa 230.000 bambini e mamme dell’Africa centrale ed occidentale.

Ancora nella giornata di oggi le orchidee saranno distribuite presso la sede della Nuova Pro Loco in via XX Settembre.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.