2 AGOSTO: PARTENZA DEL BRANCO MOWHA

scuot

Il 2 agosto, sono partiti pieni di entusiasmo e di fede, i lupetti del Branco “Mowha” di età compresa tra gli 8 e gli 12 anni, del gruppo scout “Agesci”di Turi.

Ma che cos’è la “Mowha”? E’ un fiore della giungla, molto robusto, che solo una forte siccità può far morire. Come il fiore ha la necessità di avere un terreno fertile per potersi sviluppare in tutta la sua bellezza, così i ragazzi ogni anno si impegnano con ardore per la creazione di un terreno florido su cui far sbocciare tanti interessanti contenuti.

Con gli educatori Leo Spinelli e Katrin Bianco, si sono diretti presso “Casa Osanna” della Comunità di Noci della Madonna della Scala, a conclusione di un percorso tematico che si è protratto tutto l’anno.

Il tema che verrà sviluppato durante la settimana del campo è “Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda”. I ragazzini, all’incirca una trentina, con l’aiuto dei genitori hanno preparato degli abiti simbolici relativi a quest’epoca.

Tra tanti giochi e momenti di preghiera, il lupettismo fornisce un importante metodo educativo che ha lo scopo di aiutare a crescere i bambini, seguendo i principi dell'impegno e della solidarietà con un metodo originale ed adatto alla loro età, con la condivisione di alcune regole basilari per una quieta e proficua convivenza nel gruppo.

Esso è proposto per la prima volta dal fondatore degli scouts Robert Baden-Powell, dopo il successo dello scautismo inizialmente rivolto ai ragazzi più grandi, con l'intento di trasmettere anche ai bambini un'educazione retta e pragmatica attraverso strumenti semplici ma efficaci.

Di qui l’uso del gioco e l'utilizzo di un ambiente fantastico con riferimenti a Il libro della giungla di Rudyard Kipling. E’, ad esempio, per questo motivo che i capi sono detti “Vecchi Lupi”.

Domenica 8 agosto i genitori raggiungeranno i propri figli per festeggiare la fine del campo.

Un grande augurio da parte di tutti i genitori va ai capi Ilaria Zita e Franco Giannini, per la nascita della loro primogenita Martina.