“TRE PECORE VIZIOSE” CON I CORSISTI DELL’UTE

UTE3

Nella sala teatro della Scuola Media “Raffaele Resta” di Turi, nel pomeriggio di ieri 25 giugno, l’UTE ha portato in scena l’esilarante commedia “Tre Pecore Viziose”.

Una rappresentazione in tre atti di Eduardo Scarpetta, liberamente tratta, diretta dalla regia di Domenico di Bari e interpretata dai corsisti UTE di Turi.UTE2

Una lunga rappresentazione ricca di skacth comici che hanno divertito, entusiasmato e catturato il pubblico presente, coinvolto in risate e sorprese per tutta la durata della commedia. Il titolo indica il tema del vizio del maschio, dell’uomo sposato, portato a cadere nel peccato del divertimento extraconiugale. Tutti gli attori dell’UTE, meglio definita Università delle diverse età, hanno avuto il divertente compito di caratterizzare i personaggi nella forma e nella sostanza, rendendoli tipicamente paesani, con accenti tipici del proprio territorio, senza mai cadere nella gag prevedibile. Uno spettacolo che, rispetto alle travolgenti commedie dell’arte più famose, non ha mostrato nulla in meno. Un’interpretazione che ha scatenato gli applausi di tutti i presenti e raffigura sicuramente un bel successo per tutti coloro che hanno dimostrato impegno e gioia per realizzarla.UTE1

“Abbiamo vinto la paura di salire sul palco e parlare davanti al pubblico – sostiene con entusiasmo la presidente UTE di Turi, prof.ssa Carmela Vittore. È stato un anno bellissimo ed intenso per noi dell’UTE, durante il quale abbiamo raccolto tantissime soddisfazioni. La produzione delle Pigotte, il carnevale di Putignano, la partecipazione alla rassegna dei cori di Puglia, durante la quale ci siamo classificati al secondo posto”. A questo proposito, ad inizio serata, tutto il pubblico ha potuto applaudire le Coriste dell’UTE di Turi che hanno cantato diversi brani del repertorio italiano e straniero.

“È bello che anche i grandi crescono – afferma la presidente regionale UTE, la signora Gianlonardo -  e la scuola di Turi cresce anche in maniera autonoma, si sostiene da sola, con il proprio impegno e la propria creatività. Siamo orgogliosi del loro lavoro e dei risultati che anno dopo anno hanno raggiunto”.UTE5