Domenica 15 Dicembre 2019
   
Text Size

SICUREZZA PRIORITARIA PER MIGLIORE SVILUPPO

ingresso-caserma-cc-turi

Vivevamo in un paese tranquillo e forse non eravamo del tutto consapevoli della fortuna che avevamo. Da qualche tempo questo paese è cambiato, causa l'ampliamento urbano, l'aumento di popolazione, il cambiamento dei tempi.

Non avevamo mai assistito a Turi ad un tale numero di crimini contro i cittadini: ormai sono quasi all'ordine del giorno scippi, furti d'auto, furti in appartamenti, gentaccia violenta che molesta i nostri compaesani, uomini e donne indifferentemente e, in tutto questo marasma, le nostre forze dell'ordine si trovano ad essere ricolmi di un lavoro esorbitante. Certamente encomiabile il lavoro e la prontezza dei nostri Carabinieri e dei Vigili Urbani, coadiuvati dal sempre attento lavoro degli agenti della Sicurezza.

Analizzando bene la situazione, fino a qualche tempo fa gli agenti sul territorio erano sufficienti; oggi, invece, per un maggiore controllo del territorio (causa anche la sua maggiore estensione) e per una buona sicurezza della popolazione sarebbe forse necessario rinfoltire numericamente il personale militare e dotare gli agenti (compresi i nostri vigili) di attrezzature e materiali più all'avanguardia; la prevenzione è certamente alla base della creazione di un sistema civile sicuro e controllato.

La decisione della Giunta Gigantelli di contribuire al canone di locazione per tutto il tempo necessario alla ristrutturazione dell'attuale caserma va proprio in questa direzione: offrire agli agenti la possibilità di poter lavorare in una struttura nuova, adeguata, fornita di tutte le moderne tecnologie, semplificando il lavoro degli stessi rendendoli anche più efficaci e rapidi nelle azioni di pronto intervento.

La sicurezza è diventata un'emergenza anche a Turi e gli accadimenti delle ultime settimane ne sono una palese testimonianza. Occorrerebbe, senza dubbio, anche una maggiore collaborazione dei cittadini con le Forze dell'ordine. Incominciare a pensare che viviamo tutti nella stessa comunità e collaborare tutti all'unisono è l'unica strada percorribile per la creazione di un serio sistema sociale controllato e sicuro. Il cittadino maturo è consapevole della importanza vitale che la sicurezza ha sul territorio e comprende, pertanto, che è proprio da ciò che parte lo sviluppo di tutte le attività socio economiche ad esso connesse.

 

Commenti  

 
Rosaluxemburg
#6 Rosaluxemburg 2009-10-31 02:35
dunque Lex,
ammettiamo che tu abbia visto qualcosa che a noi è sfuggito.
Sai cosa farei al posto tuo, cosa dovrebbe fare qualunque cittadino turese al posto tuo?
Scriverei una bella lettera anonima a Carabinieri, polizia municipale, sindaco, consiglio comunale, in cui racconto dettagliatamente quel che ho visto, indicando luoghi, orari, azioni ritenute pericolose.

E' assolutamente fondamentale che la comunità si ponga il problema di essere parte ATTIVA rispetto al tema sicurezza.

Chiunque veda qualcosa di sospetto lo denunci! Basta una telefonata anonima, una lettera, qualunque forma che tutela la propria incolumità,
ma si mette al servizio del bene comune.

Qui non si tratta di fare gli eroi. Ma guardate che Turi rischia nei prossimi anni di diventare molto più che il luogo in cui vi è qualche furto.
E debellare certi fenomeni quando sono radicati è ben piu difficile che estirpare i primi segnali della delinquenza.

Quindi caro Lex, riassumendo, scrivi a chi di competenza, se hai qualcosa da dire.
Citazione
 
 
lex
#5 lex 2009-10-31 00:12
non sono io a davervi spiegare ciò che avete sotto il naso quindi tutti colpevoli di non vedere
Citazione
 
 
king
#4 king 2009-10-30 20:31
..lex che fà, butta il sasso e nasconde la mano..?
..faccia la persona civile...
denunci, anche in forma anonima alle autorità...
..ma denunci..!
..altrimenti, in forma minore favoreggia l'illegalità..!!
Citazione
 
 
Rosaluxemburg
#3 Rosaluxemburg 2009-10-29 17:48
Quand'anche fosse già presente, (io ne dubito, sono di Bari e non hai idea di cosa sia vivere in un quartiere dove la criminalità impone le sue regole)
sarebbe ancora più valido quel che scrivevo, almeno questa è la mia opinione.
Citazione
 
 
lex
#2 lex 2009-10-29 16:49
la criminilità più grave a turi c'è già il problema è che non la vedete... certo i furti non sono niente ma c'è altro....
Citazione
 
 
Rosaluxemburg
#1 Rosaluxemburg 2009-10-29 16:12
La sicurezza è certamente un indicatore importante della qualità di vita delle persone. Perseguirla, mantenerla, aumentarla rientra i compiti che non solo la politica, ma l'intera comunità deve porsi.
Cosa può fare la politica?
Certamente favorire il consolidamento della presenza di forze di polizia nel territorio, ampliare le forme di controllo incentivando il corretto comportamento della cittadinanza nelle occasioni in cui si impegna a favore di iniziative di legalità e recupero di disagiati.
Vanno incentivate le associazioni a reintegrare quelle famiglie deboli, vulnerabili.

Ma più di tutto la sicurezza se la garantiscono i cittadini, non con quel rozzo prodotto di un popolo rozzo come quello che affolla le città settentrionali, le ronde, ma con un comportamento quotidiano fatto di rispetto della legalità.

Un esempio per tutti. COMPRARE FUMO PER GLI SPINELLI, COSA CHE COINVOLGE LA MAGGIOR PARTE DEI GIOVANI, E' UN ATTO APPARENTEMENTE NEUTRO E CHE INVECE ALIMENTA IL MERCATO DELLA CRIMINALITA'.

Impegnamoci a non fumare spinelli. Non perchè crea dipendenza, non per fare i bigotti, ma perchè ci fa schifo chi la vende!

Guardate che qua rimpiangete il paese tranquillo dove non accadeva mai nulla per qualche furto. Il rischio vero è che a Turi non arrivi semplicemnte il ladro d'appartamenti, ma la CRIMINALITA' ORGANIZZATA che ha già avvolto l'hinterland barese.

Per provare a evitare ciò, prima di tutto, urge un serio impegno da parte di tutti a evitare quei comportamenti che favoriscono il mercato della criminalità.
Portiamo nelle scuole questi messaggi, favoriamo incontri, discussioni, facciamo passare l'idea che fumare spinelli è una forma di REALE COLLUSIONE con le attività criminali.

La sicurezza va garantita con prevenzione e repressione. Più si previene e meno si è costretti a reprimere.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.