Sabato 25 Gennaio 2020
   
Text Size

Stalking e maltrattamenti, arrestato 40enne turese

carabinieri turi

I Carabinieri della Stazione di Turi, lo scorso 8 gennaio, hanno dato seguito a un provvedimento di carcerazione per cumulo pene. Ad essere arrestato un 40enne turese, resosi responsabile nel tempo di vari atti di stalking, episodi di maltrattamento e lesioni personali nei confronti di vari soggetti.

I militari, eseguite le operazioni di identificazione e notifica del provvedimento, hanno scortato l’uomo presso la casa circondariale di Bari, dove sconterà la pena di tre anni e due mesi.

 

Tamponamento a catena

Nella stessa giornata, i nostri Carabinieri sono stati impegnati nella gestione di un tamponamento a catena, avvenuto all’altezza del distributore di benzina “Blu”.

Tre i veicoli coinvolti nel sinistro. Secondo le prime informazioni apprese, una delle auto ha rallentato per entrare nel distributore, i conducenti delle due vetture che procedevano nella stessa direzione di marcia, evidentemente, non hanno avuto i riflessi pronti per decelerare ed evitare la collisione.

I militari, giunti sul posto, dopo aver accertato che gli automobilisti non aveva riportato ferite, hanno provveduto a mettere in sicurezza il luogo dell’incidente, regolando il traffico viario fino alla rimozione dei veicoli incidentati. Non prima di aver effettuato i rilievi necessari a ricostruire le esatte dinamiche del sinistro, in modo da comprendere se la causa sia da rintracciare in una svolta improvvisa della prima auto o nel mancato rispetto della distanza di sicurezza da parte delle altre due vetture.

 

Furgone si schianta sulla Turi – Castellana

Un automobilista alla guida di un furgone commerciale ha sperimentato le pessime condizioni della strada provinciale che collega Turi a Castellana.

In base alle sommarie ricostruzioni trapelate, il guidatore avrebbe “invaso” con una ruota la banchina. Nulla di straordinario se non fosse che, in quella strada, esiste un dislivello tra banchina e carreggiata di ben 10 centimetri; quanto basta per perdere il controllo del veicolo e schiantarsi contro un muretto a secco.

Anche in questo caso, come nei sinistri di cui vi abbiamo raccontato, il conducente non ha riportato ferite serie. Meno confortanti le “condizioni di salute” del furgoncino, completamente distrutto nella parte anteriore, che ha assorbito l’urto contro il muretto a secco. FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.