Strade e piazze al buio per un “errore tecnico”

illuminazione guasto

Formalizzata la richiesta di risarcimento nei confronti di Enel Distribuzione

Lunedì 16 settembre, intorno alle ore 19.30, alcune strade del paese, la Villa comunale e la villetta di Piazza Moro sono rimaste al buio. I cittadini che si sono trovati a essere testimoni del balck-out ci hanno riferito di un improvviso bagliore seguito dal completo spegnimento dei lampioni.

A seguito delle varie segnalazioni, la Ditta Lorusso, affidataria della manutenzione dell'impianto di pubblica illuminazione, è intervenuta tempestivamente, accertando il malfunzionamento della rete elettrica e comunicando tempestivamente il guasto alla società Enel Distribuzione.

Un’ora dopo, verso le 21.30, una squadra di tecnici, inviata dalla società, era a lavoro per individuare l’origine della falla. A seguito di un accurato sopralluogo delle cabine di trasformazione interessate, la causa del black-out è stata identificata in un’anomalia nell'alimentazione della linea elettrica della pubblica illuminazione.

Un “errore tecnico” che è costato al nostro Comune ingenti danni: oltre allo spegnimento di molti lampioni in pieno centro urbano, si è riscontrato il danneggiamento di vari quadri elettrici e si sono verificate bruciature di alcuni corpi illuminanti, in particolare di quelli recentemente installati nella Villa comunale e in Piazza Moro.

Il giorno successivo, il sindaco Tina Resta ha avviato una serie di confronti telefonici con i referenti di Enel Distribuzione, che hanno ammesso la responsabilità della società legittimando il Comune a inviare una richiesta di risarcimento. Atto che è stato formalizzato nella stessa mattinata del 17 settembre dal caposettore dell’Ufficio Urbanistica, l’architetto del Rosso, che si è attivato per eseguire gli accertamenti utili a quantificare l’effettiva entità dei guasti subiti, in modo da procedere all’immediato ripristino della pubblica illuminazione nelle strade e nelle piazze interessate.

FD