Mercoledì 22 Maggio 2019
   
Text Size

Masseria Bonelli: sequestrati tre edifici "abusivi"

Masseria Bonelli

Lo staff rassicura gli sposi: solo un problema amministrativo.
La struttura è regolarmente operativa

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Noci hanno posto i sigilli a tre nuove costruzioni prive di qualsivoglia titolo abilitativo, realizzati all'interno della sala ricevimenti Massesia Bonelli, location scelta da tante coppie turesi per festeggiare le proprie nozze.

Secondo gli accertamenti dei militari, i manufatti, per una superficie complessiva di 955 metri quadri, sarebbero stati eseguiti in assenza del permesso di costruire, della necessaria valutazione d’incidenza (l’area di intervento ricade in zona S.I.C. e ZSC), del parere della Soprintendenza dei Beni culturali e dell’accertamento di compatibilità paesaggistica ai sensi del vigente PPTR. Segnalata anche la mancata osservanza della normativa per la costruzione in zone sismiche, secondo quanto disciplinato dal vigente Testo Unico per l’Edilizia. Per le violazioni contestate, il proprietario degli immobili è stato deferito all'Autorità Giudiziaria.

Di fronte al comprensibile smarrimento dei futuri sposi, lo staff della Masseria Bonelli ha diramato una comunicazione indirizzata a quanti avevano prenotato il proprio matrimonio nella struttura nocese.

La prima precisazione è che "la problematica in questione, di carattere amministrativo e per la cui soluzione ci siamo già tempestivamente attivati con le autorità competenti, riguarda alcuni lavori di ampliamento di un ambiente della nostra struttura, che è a tutti gli effetti regolarmente operativa".

A seguire, lo staff, in attesa dell'udienza fissata per il prossimo 15 marzo, rassicura che è a lavoro per ovviare al problema e assicurare agli sposi la migliore soluzione per il proprio evento, mettendo a disposizione la professionalità che da sempre offrono.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI