Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

Ritrovata senza vita Mimma Paparella, la donna scomparsa a Triggiano

Mimma Paparella

Indagini in corso sulle cause della morte.
Gli inquirenti non escludono l'ipotesi del suicidio

Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di Mimma Paparella, la 55enne originaria di Triggiano che si era allontanata da casa il giorno di Capodanno, a bordo della sua auto, una Ford Fiesta nera.

Il primo a denunciare la scomparsa della donna era stato il figlio che, dopo aver cercato invano di contattare la madre, aveva deciso di diramare una serie di appelli attraverso i canali social, fornendo i dettagli utili per identificarla. La famiglia si era anche rivolta alla trasmissione "Chi l'ha visto", al fine di avere la massima visibilità. "Fammi capire che stai bene - aveva scandito in diretta il figlio, cercando di rassicurare la mamma - puoi tornare a casa quando vuoi, nessuno ce l’ha con te".

Le Forze dell'Ordine erano da giorni mobilitate per rintracciare la donna, operando una battuta del territorio senza sosta, che si è avvalsa anche dell'ausilio di un elicottero che ha sorvolato più volte l'hinterland barese. Infine, nel tardo pomeriggio di mercoledì 9 gennaio, il triste epilogo. I Carabinieri della Stazione di Turi hanno ricevuto la segnalazione della presenza di un'auto, corrispondente a quella della donna, parcheggiata nei pressi di una masseria sulla Strada Provinciale che collega Turi a Sammichele.

Nell'immediato una pattuglia si è recata sul posto con la speranza di poter risolvere felicemente il "giallo". L'entusiasmo ha presto lasciato spazio allo sgomento: i militari guidati dal Comandante Sacchetti si sono trovati di fronte al corpo della donna immobile all'interno del veicolo. Dopo aver cercato invano di aprire la portiera, i Carabinieri hanno prontamente allertato i Vigili del Fuoco. Gli uomini del distaccamento di Putignano hanno provveduto ad aprire l'abitacolo della Ford Fiesta, estraendo il corpo esanime di Mimma Paparella. Ai sanitari del 118, giunti nel frattempo sul posto nel caso fossero necessarie cure mediche, non è restato altro che costatare il decesso.

Gli inquirenti in queste ore sono a lavoro per ricostruire le cause della morte della 55enne triggianese; al momento non viene esclusa nessuna ipotesi, compresa quella del suicidio.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI