Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Turi sferzata dal vento

Palo pericolante in via La Quacquera (2)

Polizia Locale e Protezione Civile hanno pattugliato il territorio,
mettendo in sicurezza le zone colpite


Una vera e propria burrasca si è abbattuta, tra domenica e lunedì scorsi, sull'intera Puglia, coinvolgendo anche Turi. Forti raffiche di vento di scirocco hanno sferzato il paese creando non pochi danni e disagi. Una situazione meteorologica straordinaria gestita in maniera più che egregia dalla macchina della Protezione Civile, che anche questa volta non si è fatta trovare impreparata. I nostri volontari, insieme alla Polizia Locale, fin dalla mattina di domenica 28 ottobre hanno pattugliato le strade cittadine, mettendo in sicurezza con operazioni mirate le zone colpite e le aree potenzialmente critiche.

Tanti gli interventi portati a termine. Ad iniziare dalla rimozione dei rami dei pini che, spezzati dalla furia del vento, minacciavano l'incolumità di passanti e veicoli. Da piazza Moro alla villetta in via Mola (quella di fronte all'Istituto Comprensivo), passando per l'Ites "Pertini" e l'asilo di via Gioia, i volontari hanno provveduto a liberare le strade dai rami già caduti e, muniti di sega elettrica, a tagliare preventivamente quelli pericolanti.

Anche via XX Settembre non è stata risparmiata, in questo caso la Protezione Civile ha messo in sicurezza alcuni lampioni della pubblica illuminazione, rimuovendo tutti i globi in vetro che erano in bilico. Un altro intervento ha riguardato un palo della Tim, ubicato in via La Quacquera, che si era pericolosamente inclinato: dopo aver transennato l'area, si è atteso l'intervento dei Vigili del Fuoco per eseguire le operazioni di ripristino. A tutto questo si è aggiunta l'attenta ricognizione delle recinzioni dei cantieri sparsi per il paese, alcune delle quali erano state divelte dal vento e rischiavano di creare intralcio alla viabilità.

Un'operazione straordinaria che, come dicevamo in premessa, è stata organizzata in maniera impeccabile grazie all'impegno degli agenti della Polizia Locale e dei volontari della Protezione Civile, cui va l'ulteriore merito di prestare il proprio soccorso gratuitamente, senza ricevere alcuna forma di compenso se non la soddisfazione di aiutare i propri concittadini.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI