Mercoledì 18 Luglio 2018
   
Text Size

Droga e liti in famiglia

Caserma Turi

Segnalati alla Prefettura due giovani assuntori

Anche questa settimana i Carabinieri della stazione di Turi hanno effettuato una serie di controlli finalizzati alla repressione del consumo di sostanze stupefacenti e al contrasto dello spaccio.

L'attività di presidio, che ha visto le pattuglie dei militari dislocate in tutti i punti nevralgici del paese, ha portato due ragazzi, entrambi maggiorenni, ad essere segnalati come assuntori presso la Prefettura di Bari, dal momento che sono stati trovati in possesso di un quantitativo di sostanza stupefacente, nello specifico hashish, rientrante nei limiti dell'uso personale. Un fenomeno quello del consumo di hashish e marijuana che si sta sempre più diffondendo anche a Turi, interessando in particolar modo i più giovani. Ragazzi dai quindici ai vent'anni che ricercano lo "sballo" nelle cosiddette "droghe leggere", spesso per noia o per mancanza di validi canali attraverso cui esprimere il proprio disagio. In sensibile e preoccupante crescita anche l'uso di eroina e cocaina, favorito dai prezzi in caduta libera: con pochi spiccioli oggi è possibile acquistare una "dose", senza rendersi conto che si sta ipotecando il proprio futuro.

Altra tipologia d'intervento che si verifica piuttosto di frequente nel nostro paese, e che ha impegnato i militari turesi anche negli scorsi giorni, è quella delle liti domestiche o comunque tra vicini di casa. Nella maggior parte dei casi ad innescare i diverbi sono futili motivi e l'intervento dei Carabinieri, chiamati a svolgere il paziente e delicato ruolo di mediatori, riesce ad evitare che la situazione degeneri, ripristinando il giusto livello di convivenza e tolleranza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI