Lite nel supermecato Lidl

rissa supermercato

Scontro tra extracomunitari fermato da un commesso

La convivenza, lo sappiamo, è spesso difficile da gestire. Qualche giorno assieme può far conoscere cose che prima non si sapevano e rendere chiara una differenza di pensiero su cui non si può soprassedere. Ed è proprio di questo tipo di relazione che parliamo, quella che vede abitare e condividere lo stesso spazio, il turese e l’extracomunitario. Due culture, due modi di vivere, due differenti tipi di pensiero… Due realtà che, trovandosi con forza a vivere l'una di fianco all’altra, si calpestano, a volte, sullo stesso terreno, creando i presupposti di una cattiva convivenza.

Tanti sono i pensieri che si rincorrono nella nostra cittadina, ma è un sentimento di paura quello che prevale quotidianamente ed aleggia in molti cittadini turesi che già da qualche settimana “digeriscono" il boccone amaro della presenza di oltre 150 extracomunitari giunti a Turi per la raccolta cerasicola.

Ed è di paura che si tratta quando qualcuno racconta di un episodio di violenza messo in atto lo scorso mercoledì 6 giugno presso un noto supermercato turese. Dalle testimonianze raccolte pare infatti che due ragazzi abbiano iniziato a discutere animatamente davanti ad un frigorifero, attirando già in questo modo l'attenzione di tanti clienti presenti nella catena turese intorno alle 19.

Alla discussione, proseguita lungo i corridoi, e giunta ormai ad una cassa, è seguito il lancio di un brick di succo di frutta che rompendosi si è riversato sul pavimento e sui presenti. Poi lo scontro che ha spaventato tutti fino all'intervento di un addetto alle vendite che ha diviso i ragazzi e invitato a chiamare in soccorso i Carabinieri, giunti poco dopo aver ricevuto la segnalazione.

Presto la notizia è rimbalzata di bocca in bocca, lasciando sgomento tra chi ha assistito e paura che possa ripetersi, magari coinvolgendo anche un turese.