Venerdì 20 Ottobre 2017
   
Text Size

Colta in flagrante mentre ruba al mercato

f

Spesso il furto è purtroppo frutto di una disperazione, di uno stato di prolungata indigenza. Altre volte è una sfida, un capriccio, una bravata o, ancora, la manifestazione di un disagio interiore. Ed è sicuramente una di queste ultime motivazioni alla base del tentato furto, avvenuto durante il mercato settimanale di venerdì scorso, da parte di una ragazza ventenne.

Secondo quanto raccontato dai numerosi testimoni presenti, con un po’ di goffaggine, la ragazza si è infilata nella borsa un vestito esposto sul banco di una delle tante bancarelle che affollano il mercato settimanale, ma non ha avuto molto fortuna, dal momento che il proprietario se ne è subito accorto. La ragazza ha cercato dapprima di giustificarsi con scuse improbabile: “L’ho solo poggiato, l’avrei pagato”; poi, scoppiata in lacrime, avrebbe implorato il commerciante di non denunciarla, spiegando di avere problemi in famiglia e di essere bulimica. Impietosito, o forse influenzato dai tanti sguardi dei testimoni della scena, il proprietario ha gridato alla ragazza di “sparire dalla sua vista” e la vicenda si è conclusa così.

Difficile dire se la ragazza abbia commesso questo gesto perché realmente in uno stato di fragilità o se, vistasi alle strette, abbia cercato di far leva sulla "pietà" del commerciante. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI