Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Salva… per miracolo

ft

Sembra una storia tratta da un romanzo o da qualche film e per fortuna la protagonista è a casa e può raccontarla. Lo ha scritto sulla sua bacheca social, prima senza entrare nel merito della situazione, ma immediatamente chi la conosce sa che L.D.F. voleva lasciar intendere qualcosa di più profondo.

Ed è stato questione di momenti prima che la sua bacheca iniziasse ad essere invasa da dubbi e punti interrogativi, fino a quando è stata lei stessa che, ritrovata la calma, ha spiegato. “In una stazione di servizio hanno provato a farmi scendere dall'auto per mettermi sul volto della stoffa con benzina. Era una zingara, con in auto un uomo, forse suo marito. L’auto aveva le portiere già aperte”.

L.D.F., il nome della protagonista di questa spaventosa vicenda, era di ritorno a casa e si era fermata a far rifornimento ad una stazione di benzina che collega Putignano a Turi, “l’ultima” - precisa, quando impegnata nel rifornimento, è stata avvicinata da una signora, probabilmente una zingara, che le ha destato molti sospetti. La prontezza di riflessi della nostra giovane concittadina le ha permesso di divincolarsi e salire subito in macchina per raggiungere immediatamente una zona più sicura.

 In preda allo spavento, che immaginiamo sia stato grande, L.D.F. non ha sporto una regolare denuncia ma aggiunge che lo farà presto, proprio per evitare che la situazione possa ripetersi e coinvolgere, anche in maniera più grave, qualche altro malcapitato.

Foto di repertorio

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI