DENUNCIATI 48 PAZIENTI PER FRODE AL SERVIZIO SANITARIO

gdf-putignano

Sono 48 le persone denunciate all’autorità giudiziaria per frode al Servizio Sanitario Nazionale, di cui 25 pazienti sono di Putignano, mentre gli altri sono dei comuni limitrofi: Turi, Conversano, Castellana Grotte, Gioia del Colle e Alberobello.

Un’operazione, eseguita dai militari della Guardia di Finanza di Putignano, per contrastare appunto questo fenomeno di frodi nei confronti del servizio sanitario nazionale, a seguito del protocollo d’intesa sottoscritto tra il Comando Regionale della Guardia di Finanza e la Regione Puglia.

Le Fiamme Gialle hanno accertato che i soggetti denunziati hanno prodotto false autocertificazioni sui redditi conseguiti, al fine di sottrarsi al pagamento dei ticket sanitari, rendendosi responsabili dei reati di truffa ai danni del servizio sanitario nazionale e falsità in atti. E quanto è emerso dall’attività d’indagine posta in essere attraverso minuziosi controlli incrociati tra la documentazione acquisita presso la Asl e le Banche Dati in uso dal Corpo della Tenenza di Putignano.

Tra i 48 pazienti denunciati alla Procura della Repubblica di Bari, vi sono lavoratori dipendenti ed imprenditori, tutti titolari di redditi la cui reale entità non avrebbe loro consentito l’esenzione dal ticket.