Martedì 10 Dicembre 2019
   
Text Size

PUGLIA, OPERAZIONE "PASQUA SICURA", IL BILANCIO DEI CARABINIERI

1.jpg

 

2.jpg

Dall’ 11 al 13 aprile scorsi, i Carabinieri del Comando Regione “Puglia”, nel quadro dei servizi straordinari appositamente disposti per le festività pasquali, hanno rafforzato significativamente le attività di controllo del territorio, garantendo una più idonea azione di “prossimità” dell’Arma a vantaggio della sicurezza della collettività. Il dispositivo previsto, messo in campo in stretta intesa con le Prefetture delle cinque province ed in sinergia con le altre forze dell’ordine, ha visto l’impiego di 1379 militari, 732 automezzi, stazioni mobili, unità motociclisti e cinofile, elicotteri e mezzi navali che, assicurando costantemente il “Servizio di pronto Intervento 112” - numero telefonico europeo delle emergenze - ha consentito un’efficace azione preventiva e di contrasto alle attività criminose, con particolare attenzione volta al controllo di persone postesi alla guida di automezzi sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o in stato di ebbrezza.

Di rilievo sono stati i risultati conseguiti. In particolare:

­       24 sono stati gli arresti eseguiti per reati vari, di cui 17 in flagranza, 3 su ordinanza di custodia cautelare e 4 su provvedimenti di carcerazione;

­       46 sono state le persone denunciate in stato di libertà;

­       60 grammi circa, la droga sequestrata, mentre 30 sono stati i nominativi segnalati alle Prefetture competenti, in quanto assuntori di stupefacenti;

­       1 pistola ed un'arma bianca sequestrate;

­       oltre 100 mila euro il valore della refurtiva recuperata;

­       6978 persone identificate ed oltre 5000 i veicoli controllati;

­       86 gli immigrati clandestini rintracciati;

­       347 esercizi pubblici ispezionati con 19 contravvenzioni alle leggi speciali elevate ed il sequestro di 2 videopoker;

­       313 perquisizioni personali e domiciliari eseguite e controllate le posizioni di oltre 2732 soggetti sottoposti a misure di prevenzione e/o cautelare.

unit_cinofila_antidroga_carabinieri.jpg

Durante le attività di controllo alla circolazione stradale, inoltre, 440 sono state le contravvenzioni al codice della strada contestate, 68 le carte di circolazione e 43 le patenti ritirate con altrettanti conducenti risultati positivi all’etilometro o “drug test”, 42 i veicoli sequestrati e 14 quelli recuperati.

 


In tale contesto, inoltre, il compimento della brillante indagine che ha assicurato alla giustizia l’autore dell’agguato commesso la vigilia di Pasqua in un circolo ricreativo di Triggiano (BA), durante il quale una persona è rimasta uccisa ed altre due ferite.

 


Nel corso dell’operazione i Carabinieri hanno regolarmente monitorato le più importanti località turistiche, mete scelte, nonostante il maltempo, per le tradizionali gite fuori porta di “Pasquetta”. In particolare, l’attività di vigilanza si è intensificata sugli snodi stradali strategicamente più importanti, con le unità radiomobili e motocicilisti, coordinati dai nuovi sistemi di radiolocalizzazione e con il concorso aereo del Nucleo Elicotteri. Numerosi sono stati i posti di blocco e di controllo, nel corso dei quali sono stati utilizzati etilometri, drug test e apparecchiature ad alta tecnologia quali i sistemi di rilevazione “FALCO” e di videoripresa “PROVIDA” utili all’individuazione, in tempo reale, di autovetture rubate nonché documentare, anche in movimento, il superamento dei limiti di velocità e/o condotte di guida pericolose.

 

Massicci sono stati i controlli nelle aree di servizio e di parcheggio maggiormente frequentate dagli automobilisti, nelle quali i militari hanno fornito la necessaria assistenza, suggerendo percorsi alternativi e prevenendo eventuali crimini in danno degli utenti della strada. Nei centri urbani a maggiore densità demografica e richiamo turistico, inoltre, sono stati predisposti idonei moduli operativi con l’impiego dei Carabinieri di Quartiere e delle Stazioni Mobili che hanno vigilato nelle adiacenze di santuari, monumenti, musei e di altri obiettivi sensibili.

Al fine di scoraggiare i furti negli appartamenti e le truffe in danno delle persone sole, quali gli anziani, è stata intensificata la vigilanza nelle aree residenziali con l’istituzione di “task-force” costituite ad hoc in relazione all’avvertita esigenza da parte dei cittadini di una maggiore vicinanza delle Istituzioni e capeggiate dai Comandanti di Stazione che hanno operato in sinergia con i Carabinieri di Quartiere.

A questo proposito i 5 Comandi Provinciali della Regione, hanno predisposto innumerevoli servizi a piedi, anche in borghese, che hanno garantito una adeguata cornice di sicurezza in particolare lungo le vie cittadine, locali pubblici e centri commerciali scongiurando la commissione di furti, scippi e rapine.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.