Lunedì 16 Settembre 2019
   
Text Size

NIENTE PIU" MOLLICHE DI PANE PER I COLOMBI

Il comune vuole tenere sotto controllo il numero dei volatili

La cittadinanza dovrà segnalare le zone di  stanziamento dei volatili

Con l’ordinanza del 16 gennaio, il sindaco di Turi, Dott. Vincenzo Gigantelli, ha disposto nuove norme di prevenzione contro il proliferare dei colombi nell’ambiente urbano. È noto che i colombi hanno innata la capacità di sfruttare la città e le risorse che questa involontariamente mette loro a disposizione. Questi  volatili, che sono sedentari ed ormai abituati a vivere con l’uomo, abitano in spazi quali cornicioni, tettoie, pensiline, sottotetti o addirittura in interi edifici abbandonati o in costruzione. Si nutrono in abbondanza grazie all’incontrollata distribuzione di mangime, in maniera volontaria o involontaria, da parte dei cittadini. Queste condizioni favorevoli per i colombi, ingigantite dalla loro capacità di riprodursi indifferentemente in ogni periodo dell’anno, hanno permesso un rapido incremento del loro numero, soprattutto in alcune zone centrali del paese dove il fenomeno ha assunto dimensioni preoccupanti. È obiettivo dell’Amministrazione Comunale la riduzione ed il controllo del numero di questi volatili per evitare pericoli per la salute pubblica e per scongiurare il deterioramento dei beni monumentali ed architettonici del comune di Turi. La presenza di escrementi di colombi, infatti, può essere mezzo di trasmissione di malattie, come ad esempio la salmonella facies e la clamidosi, e indirettamente può portare al proliferare di zecche del tipo Argas Refluxes. Gli stessi escrementi, oltre a sporcare le costruzioni ed i monumenti del centro storico, sono altamente corrosivi per le superfici degli stessi, e agendo per un lasso di tempo prolungato, potrebbero rovinarli in maniera irreversibile. Per scongiurare questi pericoli, il Sindaco ha ordinato ai proprietari di immobili in stato di abbandono o sfitti da lungo tempo, di provvedere a chiudere tutti i siti di accesso alle stanze, soffitti, abbaini, potenzialmente utilizzabili dai colombi di città per entrare nell’edificio e di rimuovere dagli edifici di loro pertinenza gli accumuli di guano. Lo stesso atto vieta ai cittadini di somministrare ai colombi di città alimenti di qualsiasi tipo e natura o di abbandonare volontariamente cibi in siti normalmente accessibili ai volatili. I cittadini proprietari o amministratori di edifici vengono invitati a posizionare dei dissuasori fisici per l’allontanamento dei colombi senza recare danno agli stessi. Si richiede, inoltre, completa collaborazione, segnalando zone di dormitorio, posatoi, siti di nidificazione, escrementi o qualsiasi altra informazione utile che possa aiutare a monitorare la situazione generale del problema per poter attivare i relativi provvedimenti laddove sia necessario. I soggetti incaricati di far rispettare le disposizioni dell’atto sono il Comando di Polizia Municipale del Comune di Turi e il Dipartimento di Prevenzione del Servizio Veterinario della A.S.L. BA (Azienda Sanitaria Locale). Le segnalazioni vanno inoltrate telefonicamente all’Ufficio Ecologia ed Ambiente del Comune di Turi al numero telefonico 080/8915348 o al fax 080/8912895.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.