Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

SOVRAPPASSO PEDONALE, STANZIATI 60MILA €

stazione

L’area abitata oltre la ferrovia, compresa tra via Noci e via Sammichele, è diventata un vero e proprio quartiere, popoloso e vivo. Molte persone non patentate che vivono in questa zona quotidianamente si imbattono nelle barriere architettoniche dei binari e dei muretti a secco che ne delimitano l’area per recarsi da un lato all’altro delle parallele. Sono molto spesso tentate ad attraversare tramite passaggi e strettoie pericolose piuttosto che raggiungere il passaggio a livello più vicino. In seguito alle segnalazioni di tale disagio da parte dei residenti, l’Amministrazione Comunale ha pensato di dotare la zona di un sovrappasso pedonale che permetta il superamento della strada ferrata.

Il “ponticello” sarà il collegamento tra il tratturo S. Elia e via T. Caracciolo, in modo tale da creare un collegamento ideale tra la chiesetta di San Rocco e la scuola materna di via Gioia Canale.

Nel progetto si terrà conto dell’impatto ambientale che l’opera potrebbe avere, inserendola correttamente nel contesto urbano rispettando gli elementi preesistenti. Si è pensato di costruirla con strutture leggere e poco invasive, soprattutto in considerazione dell’ampia luce da superare e dei limitati spazi a disposizione per la discesa lungo via Caracciolo.

Il ponticello pedonale avrà una luce netta di circa 25 m, che superi il dislivello altimetrico esistente tra il tratturo S. Elia, la sede del tracciato ferroviario e via Caracciolo. La larghezza della passerella sarà di minimo 2 m e questa dovrà essere protetta da un parapetto di adeguata altezza con protezioni alte circa 2 m. con pannelli in grigliato o materiali alternativi al fine di creare ulteriori condizioni di sicurezza.

L’importo complessivo per l’esecuzione dell’opera è stato stimato in 120mila € di cui 60mila da finanziarsi con mutuo da contrarsi con la Cassa DD.PP., e i restanti da finanziarsi con entrate vincolate. Si spera che durante le fasi dei lavori, le interferenze con il traffico ferroviario siano minime; già siamo saturi di problematiche delle ferrovie sud-est!

Il progetto è stato inserito nella programmazione dei lavori pubblici per l’anno 2009 e con la delibera di giunta di pochi giorni fa è stata stanziata la somma spettante al Comune come contributo alla ditta che realizzerà i lavori (le Ferrovie del sud-est s.r.l) a proprie spese e responsabilità.

Commenti  

 
INDIGNATO
#5 INDIGNATO 2010-01-12 10:53
A nessuno gli è passato per la testa,l'impatto ambientale?? A me sembra un aborto..........Un sottopasso?
Citazione
 
 
mandragola
#4 mandragola 2010-01-11 01:13
l articolo nn è chiaro....l' immagine inopportuna -.-
Citazione
 
 
forza turi
#3 forza turi 2010-01-09 18:32
turese fiero 6 un grande;-)
Citazione
 
 
Turese Fiero
#2 Turese Fiero 2010-01-09 16:30
dai non ho detto niente di male:cry:
Citazione
 
 
Turese Fiero
#1 Turese Fiero 2010-01-09 03:12
quello è già un quartiere..si chiama porta rossa...

***moderato***
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.