Giovedì 13 Dicembre 2018
   
Text Size

NESSUNA PAURA PER I NOSTRI BAMBINI

CIMG2729

Nel pomeriggio del 19 novembre, presso la Scuola d’Infanzia “San Giovanni Bosco”, la dott.ssa Tina Resta, in qualità di coordinatrice locale delle Scuole d'Infanzia e Primaria ha incontrato un gran numero di mamme. Lo scopo è stato fornire chiarimenti e tranquillizzare i genitori, preoccupati per la diffusione del virus influenzale A-H1N1.

All’incontro, oltre ai genitori, erano presenti alcuni alunni della scuola materna e a loro la dott.ssa Resta ha illustrato, in maniera chiara ed esaustiva, tutti i provvedimenti che sono stati adottati per cautelare i bambini da ogni forma di contagio. Oltre agli accorgimenti diffusi dal Ministero, come lavare spesso e correttamente le mani o coprire la bocca quando si tossisce o starnutisce, informa la sig.ra Resta che “ogni insegnante impiega un livello di attenzione maggiore nell’igiene del bambino e della classe. Si arieggiano maggiormente le aule e gli ambienti in generale o si cerca di limitare i contatti tra e con i bambini”. Prosegue comunque affermando che “non siamo dei medici e che ogni decisione sulla salute dei vostri figli deve essere presa consultando i pediatri. Nelle strutture scolastiche, noi tutti, cerchiamo solo di assicurarvi attenzione e correttezza nella gestione del problema”.

“Spesso però la difficoltà nasce dal fatto che molti genitori insinuano tante paure nei loro figli”, continua Tina Resta. Molti bambini, infatti, assimilano questo stato di ansia e di paura e lo esprimono a scuola esagerando atteggiamenti che possono essere evitati. L’importante, prosegue, è che “se vedete i vostri figli non particolarmente in forma, con sintomi pre-influenzali, evitate di mandarli a scuola. Piuttosto, se stanno bene, non impeditegli di uscire di casa, visto che anche negli ambienti domestici si può contrarre il virus”.

Una mamma ha risposto dicendo che purtroppo i telegiornali e ogni mezzo di informazione ci “obbligano ad avere paura; siamo spaventate da un possibile contagio e temiamo che lasciare i nostri figli in luoghi affollati sia per loro un pericolo”.

“Le precauzioni che nelle scuole si adottano, e vi parlo da mamma, hanno come unico fine la salvaguardia della salute dei bambini. Mi riferisco non solo all’igiene e alla salute in generale, ma anche alle attenzioni nella mensa scolastica. La fiducia che tutte voi ci ponete, lasciandoci i vostri figli, deve essere continuamente ripagata anche nella cura della loro alimentazione”. Tina Resta ha così tranquillizzato le presenti sulla qualità dei controlli che giornalmente vengono effettuati. "Purtroppo - continua - questo problema ci porta anche a rilevare come, in alcuni istituti, come la “Madre Teresa di Calcutta”, intere scolaresche risultano assenti all’appello e a volte le stesse insegnanti hanno difficoltà nell'organizzare il programma di docenza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI