Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

TORNA L'ORA SOLARE, LANCETTE UN'ORA INDIETRO

ora-solare

Torna l'ora solare: nella notte tra sabato e domenica le lancette dell'orologio dovranno tornare indietro. Per la precisione alle 03:00 (che diventeranno così le 02:00).

Con l’ora legale, dal 2004 al 2008, il nostro paese ha risparmiato, complessivamente, 3,1 miliardi di kilowattora, pari a circa 400 milioni di euro.

L'ora legale è stata adottata in Italia dal 1916 al 1920, poi dal 1940 al 1948, per essere definitivamente reintrodotta nel 1966.

Dal 1966 al 1979 rimaneva in vigore generalmente dalla fine di maggio alla fine di settembre; nel 1980, da aprile a settembre; dal 1981 al 1995, dall'ultima domenica di marzo all'ultima domenica di settembre; infine, dal 1996, dall'ultima domenica di marzo all'ultima domenica di ottobre.

Ma c’è anche qualcuno che, come il Giappone, non vi aderisce: a mettere i bastoni tra le ruote sono stati gli agricoltori, visto che è soprattutto nelle prime ore della mattina che è concentrato il lavoro nei campi ed è allora che serve più luce. Le lancette non si spostano anche in gran parte del resto dell’Asia, come in Africa.

CONSIGLI UTILI:

I disagi per il piccolo shock biologico inflitto dal nuovo orario non mancheranno.

Il piano di pronto intervento è già stilato: “Evitare gli stress eccessivi e fare docce alternate caldo-freddo, che aiutino ad armonizzare il ritmo della temperatura corporea – prescrive Polimeni. - Nella notte di sabato, coincidente con il cambio d’ora, organizzarsi per dormire almeno otto ore. Fondamentale stare all’aperto tutti i giorni per un minimo di mezz’ora, meglio se passeggiando: la luce naturale regola tutti i ritmi e influisce sulla secrezione dei neurotrasmettitori che modulano l’umore, in particolare il rapporto serotonina – melatonina e cortisolo – melatonina”.

Sul fronte alimentare, aggiunge Massimo Cocchi, presidente dell’Associazione ricercatori nutrizione e alimenti: “Moderare il consumo di alcol, caffè o altri cibi e bevande eccitanti. Evitare gli alimenti troppo grassi, soprattutto la sera. Si, invece, a quelli ricchi di L-triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina e, di notte, della melatonina, come carni magre, pesce e legumi”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI