Giovedì 15 Aprile 2021
   
Text Size

In arrivo 82 mila euro per il quarto scuolabus

decreto-agosto-tutte-le-novita-fiscali

Altre opportunità si aprono sul fronte delle ciclovie e della rigenerazione urbana

Incassato il parere positivo della conferenza Stato-Città del 15 agosto, il Governo ha definito le modalità di ripartizione della prima tranche del cosiddetto “Fondone Bis”, introdotto con il “Decreto Agosto”, convertito successivamente in Legge. Si tratta di un acconto di 500 milioni di euro: 400 milioni per i Comuni e 100 milioni per le Città Metropolitane.

Per la suddivisione dei contributi si è tenuto conto di due criteri: il fabbisogno che ogni Ente locale sostiene per la spesa sociale e il costo del trasporto scolastico. In base a tali parametri, il Comune di Turi beneficerà di un contributo di circa 82 mila euro che dovrebbe essere impegnato per l’acquisto di un nuovo scuolabus, portando la flotta dei mezzi a disposizione dei nostri studenti a quattro pulmini. Una scelta che, se verrà confermata, permetterebbe di ridurre il numero di alunni trasportati su ogni singolo scuolabus e di ridurre i tempi di attesa e di percorrenza.

Le opportunità per Turi potrebbero non finire qui. Nella riunione “a distanza”, svoltasi mercoledì 21 ottobre con i primi cittadini dei 41 Comuni della provincia di Bari, oltre a fornire chiarimenti sull’applicazione del nuovo DPCM, il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, ha annunciato che la Città metropolitana di Bari è beneficiaria di un finanziamento di 2 milioni e 800 mila euro per la mobilità ciclistica urbana; di qui la necessità di avviare un lavoro di co-progettazione e co-pianificazione degli interventi.

Inoltre, la Città metropolitana intende partecipare al Programma innovativo per la qualità dell'abitare promosso dal Governo coinvolgendo tutti i Comuni metropolitani e sostenendo così i centri minori che, altrimenti, sarebbero esclusi dal finanziamento.

L'obiettivo di Decaro è «continuare a lavorare tutti insieme, mantenendo lo stesso metodo di concertazione e condivisione di obiettivi e progetti, portato avanti negli anni passati con i precedenti finanziamenti assegnati alla Città Metropolitana dal Patto per Bari e dal Bando Periferie, che ci ha permesso di operare con equilibrio, scegliendo insieme le linee di indirizzo generali e gli interventi da attuare».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.