Sabato 31 Ottobre 2020
   
Text Size

56esima Sagra dell'Uva di Rutigliano: record per il grappolo da 9,125 Kg di Vito Romagno

foto 1 (2)

Presenti alla tavola rotonda “Uva, che passione!” anche il sindaco Tina Resta e gli assessori Topputi e Dell’Aera

Domenica 4 ottobre, alle ore 10.00, è stata inaugurata la 56° Sagra dell’Uva di Rutigliano, organizzata all’interno del borgo antico dal Comune di Rutigliano in collaborazione con il Premio “Bella Vigna” e le sezioni locali della Pro Loco e della Protezione Civile.

La giornata si è aperta con la tavola rotonda “Uva, che passione!”, tenutasi in piazza Colamussi; l’assessore all’Agricoltura, Stefano Dell’Aera, presente a Rutigliano assieme al sindaco, dott.ssa Tina Resta, ed all’assessore Fabio Topputi ha poi postato sui social: «Dobbiamo fare rete per sostenere il settore agricolo, fondamento della nostra cultura. Con la tavola rotonda “Uva che passione” è stata inaugurata la 56° Sagra dell'uva a Rutigliano, occasione di confronto e spunti importanti di riflessione sul nostro mondo agricolo. Grazie al Sindaco Giuseppe Valenzano e all’Assessore Tonio Romito».

UNA RETE TRA LE AMMINISTRAZIONI

Nei giorni successivi, abbiamo raggiunto telefonicamente l’assessore per raccogliere altre sue impressioni in merito alla sagra rutiglianese: «Durante la tavola rotonda si è discusso di promozione dell’uva da tavola di Rutigliano e, ovviamente, del territorio che comprende Noicattaro, Turi e Mola di Bari; nonché delle opportunità che è possibile porre in essere facendo rete fra noi Amministrazioni, sia per fornire delle risposte condivise ai nostri agricoltori che per condividere e dare maggiore peso alle nostre istanze in sede regionale e nazionale». E non è tutto. Durante la tavola rotonda sono stati presentati «dei percorsi di formazione per i nostri giovani di alta specializzazione che si svolgeranno a breve a Rutigliano. L'auspicio è che anche Turi possa entrare in questo circuito e magari pensare di ospitare dei corsi di questo genere nel prossimo futuro» – spiega Dell’Aera.

BATTUTO IL RECORD DOPO 4 ANNI

grappolo-gigante-2020-vincitore

Al termine del simposio, in piazza Cesare Battisti, è stata aperta al pubblico la mostra “Antiche uve da tavola pugliesi”, a cura della Fondazione ITS Agroalimentare Puglia e CRSFA di Locorotondo. In contemporanea, all’interno del cortile del Castello, si apriva il sipario per “Uva Show”, un tour tra le varietà di uva in Puglia, degustabili all’interno di “Uva Tasting”, percorso parallelo di degustazione narrata di uva da tavola. A maggior ragione in quest’edizione light della sagra, con pochi espositori, nessun cantante delle classifiche nazionali e conseguente mare di pubblico, il clou della serata non poteva che essere la gara del “Grappolo gigante”, cominciata alle 20.00 in piazza Colamussi ed organizzata in collaborazione con “Tecno Quality – Rutigliano”; durante la scaletta della tanto attesa competizione, sono state inserite la premiazione del concorso “Vetrine” e la consegna ai ristoratori del territorio della “Carta delle Uva da tavola”.

topputi appisolato

Il semplice gesto della pesata, ogni anno, diviene autentico momento di suspense e di spettacolo, con centinaia di sguardi fissi sul grande maxischermo allestito per l’occasione; maxi quanto i grappoli presentati durante la competizione: è del 2016 il record di 8,860 Kg. Dopo quattro anni, gli annali hanno dovuto riaggiornare la statistica, in maniera oggettivamente imbarazzante: frantumando il muro dei 9 Kg, l’Azienda Agricola di Vito Romagno (9,125 Kg per l’esattezza) ha stabilito il nuovo obiettivo da superare per finire nella storia della manifestazione rutiglianese.

A testimonianza del record un ampio ventaglio di autorità: accanto al sindaco, Giuseppe Valenzano, all’assessore all’agricoltura e attività produttive, Tonio Romito, anche il sindaco dei sindaci Antonio Decaro, i primi cittadini di Noicattaro, Casamassima, Cellamare, Sammichele, Mola di Bari assieme al neo consigliere regionale Francesco Paolocelli e gli Onorevoli Francesca Galizia ed Ubaldo Pagano.

Segnaliamo inoltre ai nostri lettori il primo posto di “Giuliano Puglia Fruit” nella categoria “Altre uve”, con un grappolo da “appena” 6,115 Kg. Ad ogni modo, alle 21.30, la serata si è conclusa con le note e la spensieratezza di “Beppe e la swing band”, dessert musicale di un evento che il popolo rutiglianese si augura presto di poter rivivere normalmente.

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.