Sabato 26 Settembre 2020
   
Text Size

Comitato Centro Storico: oggi l'incontro

centro storico

Appuntamento alle 18.30 in piazza San Nicola. Ed intanto su Facebook continuano le segnalazioni e ritorna la mappatura delle vie

Proprio mentre lo scorso numero de “La voce del paese” andava in stampa, svariate tastiere turesi iniziavano a surriscaldarsi e le discussioni – alcune parecchio sterili – a divampare; stiamo parlando di quanto accaduto nel gruppo Facebook "Comitato Centro Storico Turi” a distanza di alcuni giorni dalla prima riunione live, organizzata dal gruppo stesso in piazza San Nicola, nel tardo pomeriggio di lunedì 31 agosto. Nessuno avrebbe mai potuto presagire un tale epilogo e comunque, grazie ad alcuni interventi utili a mantenere saldi i nervi e la concentrazione, la prematura morte del Comitato è stata scongiurata; anzi, proprio domenica 13, a partire dalle 18.30, sempre in piazza San Nicola, si terrà la seconda assemblea del gruppo cittadino, avente oggetto la costituzione del gruppo di lavoro.

A SPASSO…NELL’IMMONDIZIA

Nel frattempo, inoltre, non mancano le segnalazioni da parte dei cittadini: “Sono le 8;00 e per oggi ho visto troppe cose che non vanno. Entro in piazza Colapietro e vedo, all'angolo, immondizia solida parcheggiata anche sotto un divieto di fermata; procedo per via Sedile e arrivato in piazza Gonnelli, angolo via Gonnelli, trovo il capolavoro: un plateau di plastica nera forato con dentro resti di una decina di fichi andati a male e posti volutamente all'attenzione dei piccioni che lì risiedono. Schifato, scendo verso la piazza e alla strettoia vedo vicino una rampa di scale una busta piena d'immondizia. Poi passo sotto la galleria di via XX Settembre e capisco un'altra cosa, che la nettezza urbana va anch'essa controllata perché ormai va per i fatti suoi: invece di avvicinare i bidoni al camioncino e svuotarne il contenuto, prelevano le buste dai bidoni posti in prossimità del portone sotto la galleria e con le buste grondanti seminano percolato per la galleria, avendo per giunta all'atto dell'estrazione della busta dal bidone fatto cadere altre bucce, fazzoletti e residui organici, senza degnarsi di raccoglierli da terra. Qualcuno controlla il controllore?”.

Non avendo elementi per poter rispondere alla domanda vagamente retorica di questo nostro concittadino, siamo costretti a rimarcare ai nostri lettori la presenza di una cosiddetta mappatura delle vie più abbandonate e degradate alla quale è possibile partecipare liberamente, anche inserendo ulteriori strade e rispettive problematiche.

Le testimonianze e i racconti come quello poc’anzi riportati sono necessari per meglio comprendere la situazione attuale, anche se, senza ombra di dubbio, lo stato in cui versa il centro storico è da tempo chiaro a tutti i turesi. Forse, dietro tutto ciò si cela una questione di mentalità e del modus operandi che ne scaturisce: forse, alla comprensibile voglia di lamentarsi va infatti affiancato il desiderio di procedere verso dei risultati, seppur piccoli, concreti; risultati che, senza ordine e spirito di collaborazione, diventano spaventosamente irraggiungibili.

Saranno questi i presupposti logici ed emotivi del secondo incontro del Comitato “Centro Storico Turi”?

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.