Venerdì 14 Agosto 2020
   
Text Size

Centro Territoriale per l’Impiego, via libera alla transazione

centro impiego

Gioia del Colle chiede quasi 40 mila euro, Turi si accorda per 15 mila euro “senza ulteriori pretese”

Si conclude in via bonaria il contenzioso relativo al Centro Territoriale per l’Impiego (Cpl) a servizio dei Comuni di Gioia del Colle (capofila), Santeramo in Colle, Sammichele di Bari e Turi.

La vicenda inizia il 22 marzo 2019 quando il Comune di Gioia chiede il rimborso delle spese sostenute, dal 2012 al 2018, per il funzionamento del Cpl. La quota parte richiesta al nostro Ente è di poco più di 33.500 euro, cui si somma altri 5.140 euro per gli oneri relativi al 2019. Ad agosto 2019, a distanza di tre mesi dall’insediamento, l’Amministrazione Resta contesta tale pretesa, precisando che agli atti non c’è alcun contratto di locazione stipulato dal Comune di Gioia in nome e per conto degli altri Comuni, tantomeno è presente un atto che disciplinasse le modalità di riparto delle somme spettanti ai singoli Enti.

L’ACCORDO DI SETTEMBRE

Il 17 settembre si svolge un incontro in cui i sindaci dei quattro Comuni concordano l’immediata disdetta del contratto di locazione dell’immobile in cui ha sede il Centro per l’Impiego, giacché eccessivamente oneroso. In parallelo, si stabilisce di effettuare una ricognizione del patrimonio immobiliare dei quattro Enti al fine di individuare un edificio di proprietà pubblica in cui allocare il Centro; in mancanza di strutture adeguate, la nuova sede verrà scelta attraverso un’indagine di mercato che consenta di avere il miglior prezzo e le migliori caratteristiche. Infine, si rimanda ad una successiva determinazione la valutazione sulla fattibilità giuridico-contabile del riconoscimento delle somme richieste, considerando che il nostro Comune non è mai stato preventivamente informato sul contratto di locazione in essere dal 2012 e che il Comune di Gioia non ha provveduto a inviare annualmente il conteggio di quanto dovuto, così da consentire all’Amministrazione di prevedere un apposito capitolo di Bilancio.

LA TRANSAZIONE

A seguito di questo incontro, gli Uffici hanno studiato l’incartamento e, “ferme restando le eccezioni sui contenuti della richiesta di rimborso formulata dal Comune di Gioia del Colle”, hanno suggerito di definire consensualmente la controversia, in ragione dell’incertezza del contenzioso e in virtù della costatazione che, comunque, si è goduto dei servizi prestati dal Centro Territoriale per l’Impiego. Con delibera dello scorso 28 maggio, la Giunta ha ritenuto vantaggioso questo approccio, approvando un accordo di transazione che prevede di riconoscere al Comune di Gioia del Colle la somma forfettaria di 15mila euro, cifra che copre ogni pretesa per gli anni dal 2012 al 2019.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.