Mercoledì 05 Agosto 2020
   
Text Size

Mercato settimanale, si riparte venerdì 29

mercato pianta

Tra le varie ipotesi, vince quella di Largo Pozzi: meno bancarelle ma più sicurezza

Bisognerà attendere ancora una settimana per ritornare a rivivere il “rito” del mercato settimanale. Una dettagliata Ordinanza del primo cittadino informa che la ripartenza è fissata a venerdì 29 maggio, giorno in cui sarà concessa la vendita dei soli generi alimentari.

Dopo aver raccolto il parere del Centro Operativo Comunale, riunito in data 13 maggio, il sindaco ha deciso di rivisitare l'area mercatale “al fine di tutelare la salute dei cittadini, prevedendo un distanziamento maggiore tra gli spazi concessi, che permetta sia il rispetto della distanza interpersonale tra gli operatori e gli astanti, sia di evitare il verificarsi di assembramenti”.

Tra le tre ipotesi al vaglio, ha avuto la meglio quella che prevedeva di continuare a utilizzare Largo Pozzi, mettendo a disposizione delle bancarelle anche via Benedetto Croce. Sciolto il rebus del luogo più opportuno, è stato effettuato un sopralluogo congiunto tra il responsabile del Settore Polizia Locale-Suap e quello del Settore Urbanistica; quest’ultimo ha redatto uno schema planimetrico della nuova disposizione dei posteggi che, per ottemperare alle misure di sicurezza, riduce i posti disponibili da 51 a 37: 26 riservati ai concessionari e 11 ai produttori agricoli. Non ci sono le condizioni, invece, per assegnare stalli agli "spuntisti", cui è comunque data la possibilità di operare il lunedì, all’interno del mercato giornaliero.

Si conferma la sospensione dell'apertura del settore non alimentare: si andrebbe incontro a un'inevitabile estensione dell'area interessata con la conseguente impossibilità per l'Ente di garantire il controllo ed il rispetto delle disposizioni in materia di contrasto al Covid-19.

MERCATO GIORNALIERO

Continua la sperimentazione del mercato giornaliero, che avrà luogo sempre nell’area interna di Largo Pozzi, dalle ore 7.00 alle ore 14.00. Il lunedì, come anticipato, è riservato agli “spuntisti”; negli altri giorni della settimana (escluso il venerdì) potranno operare esclusivamente i titolari di autorizzazione rilasciata dal Comune di Turi.

LE MISURE DI SICUREZZA

Un’ampia porzione del provvedimento sindacale si sofferma sulle nuove modalità di fruizione del mercato, sia per gli operatori che per i clienti.

Vediamo gli aspetti più rilevanti. Il mercato avrà un percorso a senso unico e verranno installati cartelli informativi sui corretti comportamenti da tenere. L'accesso sarà presidiato dai volontari della Protezione Civile che consentiranno l'ingresso degli utenti, obbligatoriamente minuti di mascherina, in forma contingentata.

Gli operatori commerciali dovranno assicurare che tra un banco e l'altro ci sia una distanza di tre metri. Prima e durante la vendita, hanno l’obbligo di sanificare i banchi e l'attrezzatura utilizzata mediante alcol o detergenti specifici. Durante la vendita, invece, dovranno indossare mascherine e guanti e sono tenuti a mettere a disposizione degli utenti gel disinfettante; inoltre, avranno il compito di vigilare affinché non si creino assembramenti nei pressi del banco e che sia rispettata la distanza interpersonale di un metro, appositamente demarcata con segnaletica orizzontale.

A conclusione dell'attività di vendita, fissata alle ore 14.00, gli operatori dovranno lasciare il proprio posteggio in condizioni di decoro, conferendo i rifiuti organici negli appositi contenitori messi a disposizione nell'area e quelli indifferenziati in buste di plastica da lasciare sul posto assegnato. FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.