Mercoledì 05 Agosto 2020
   
Text Size

Prevenzione incendi, arriva l’Ordinanza

pc e vvff

Entro il 31 maggio dovranno essere messi in sicurezza i campi incolti o a riposo

Come ogni anno, dal 15 giugno al 15 settembre entra in vigore l'Ordinanza per la prevenzione degli incendi boschivi. Tra le varie prescrizioni, ricordiamo il divieto in tutte le aree “a rischio” di accendere fuochi; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese; esercitare attività pirotecnica e abbandonare rifiuti nei boschi o in discariche abusive.

L’Ordinanza, inoltre, chiarisce che gli interventi da realizzarsi sul territorio per prevenire l’innesco di roghi e incendi dovranno rispettare le disposizioni dettate dalla Legge Regionale n.38 del 2016, nonché le linee guida riportate nel relativo Piano regionale.

Bonifica dei suoli incolti

In particolare, i proprietari, gli affittuari e i conduttori, a qualsiasi titolo, di terreni incolti in stato di abbandono o a riposo hanno l’obbligo di realizzare, entro il 31 maggio, fasce protettive di larghezza non inferiore a 15 metri lungo tutto il perimetro del proprio fondo. Un’operazione strategica volta ad evitare che un eventuale incendio possa propagarsi alle aree circostanti o confinanti. Inoltre, viene rivolto l’invito ad adoperarsi per bonificare, in accordo con il Comune, i cigli stradali mediante rasatura, bruciatura o estirpazione delle erbe e sterpaglie.

Bruciatura stoppie

Anche per la bruciatura delle stoppie esistono regole ben precise cui attenersi: deve essere effettuata nelle giornate indicate “a bassa pericolosità” dalla Protezione Civile ed esclusivamente di mattina, con accensione non prima delle ore 5.00 e totale spegnimento entro le ore 10.00. Questa prassi è sempre vietata a una distanza inferiore a 50 metri da abitazioni o luoghi di interesse pubblico.

Le sanzioni

Nell’ultima parte dell’Ordinanza, si precisa che i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di 1.032,91 euro e un massimo di 10.329,14 euro.

Il compito di vigilare sull'osservanza delle disposizioni dettate dal provvedimento viene demandato agli Organi di Polizia e al Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare. In ogni caso, è importante la collaborazione dei cittadini: chiunque avvisti un incendio è tenuto a darne comunicazione al Comando di Polizia Locale o alla Stazione dei Carabinieri, riferendo ogni elemento utile per la corretta localizzazione del rogo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.