Mercoledì 05 Agosto 2020
   
Text Size

E si riparte…

fs

Piccolo festeggiamento in via De Donato Giannini nella mattinata del 18 maggio; chiudono intanto due storici barbieri turesi

Dopo la palestra Okinawa, apprendiamo quest’oggi che due storici barbieri turesi hanno deciso di chiudere la propria attività e abbassare per sempre le serrande. Nel frattempo, ovvero dallo scorso 18 maggio, i negozi di vendita al dettaglio, bar, ristoranti, gli stessi barbieri e parrucchieri hanno potuto finalmente riprendere la propria attività, dando un po’ di speranza in uno scenario da tempo desolante.

Per celebrare quest’attesa ripartenza, gli esercenti presenti nei pressi di via De Donato Giannini hanno deciso di concedersi all’obiettivo di Floriana Saffi che, dall’alto, li ha immortalati, consegnando alla memoria storica locale un documento che ritrae la rinascita e che al contempo, implicitamente, racchiude la desolazione che ha portato con sé il Covid-19: del resto ogni foto ha il suo negativo e ogni palco ha le sue quinte.

Guardando al presente, dicevamo, siamo nella fase della rinascita che, al pari di una rivoluzione, può avere effettivamente luogo soltanto attraverso i fatti e la concretezza delle azioni: in caso contrario è un vaneggiare inconcludente, talvolta ai limiti dell’ipocrisia; per questa ragione, come si diceva in occasione delle tante iniziative solidali che si sono susseguite durante la quarantena, “chi non può, prenda” e, soprattutto, “chi può, dia”. Inutile, dunque, prendersi in giro sul potere d’acquisto delle famiglie costrette a spaccare il capello (e il centesimo) in quattro dinanzi alla cassa dei discount: pretendere qualcosa da questa fetta della popolazione sarebbe un grave errore.

Una speranza più conforme alla realtà che ci circonda - certamente non delle più rosee già da prima del virus – consiste nel credere che ognuno di noi, nel suo piccolo e nei limiti delle proprie possibilità, possa supportare l’economia locale: se non altro è questa la concretezza da perseguire, per far sì che lo spirito d’unione possa tradursi in risultati concreti. Gli esercenti, da parte loro, sono chiamati ad uno sforzo non indifferente, legato alle spese di sanificazione, ai dispositivi e alle misure di sicurezza: attendersi che qualche prezzo possa lievitare e che altre serrande possano abbassarsi appare già da adesso fisiologico; altrettanto fisiologico – per la mentalità italiana – è che qualcuno possa approfittare di questa situazione, lucrando dalle difficoltà altrui. Anzi, pare che ciò stia già accadendo.

La presenza dello Stato è in tal senso l’unica ancora di legalità alla quale potersi aggrappare durante la tempesta socioeconomica in corso. Gli aiuti sono indispensabili ed in tal senso va lodata la decisione del Governo di sospendere fino al 31 ottobre i pagamenti della tassa di occupazione del suolo pubblico: un modo, questo, per incentivare le attività di somministrazione di cibo e bevande ad aprire anche all’esterno del proprio locale. Con le dovute distanze, dunque, riprendono pian piano i flussi urbani e le strade tornano a popolarsi di gente; i gruppi di randagi che nel frattempo sono apparsi per le vie del paese non potranno più circolare con la stessa libertà delle ultime settimane e, in ogni caso, bisognerà adesso occuparsi anche di loro, come anche ad esempio del verde pubblico. La natura, d’altronde, non aspetta l’uomo, anche se spesso tendiamo ad illuderci del contrario.

Ad ogni modo, a proposito di cani e di amici a quattro zampe, nella foto prima menzionata si intravede la candida coda a pennacchio di Bobo, il volpino che sorveglia piazza Aurelio Cisternino dalla soglia della cartolibreria “Punto Scuola”. Nelle fasi iniziali - quelle più angoscianti - della quarantena, i suoi padroni lo avevano fotografato in un momento di tristezza, forse dettato dall’improvviso silenzio che si era creato nel cuore del paese. Tra molti anni, riguardando questa foto, ricorderemo con affetto anche la sua gioia che, per certi versi, è quella di tutti noi: la gioia di poter tornare a vivere la società in società.

LEONARDO FLORIO

Foto di Floriana Saffi

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.