Venerdì 05 Giugno 2020
   
Text Size

Raccolta cerasicola: Foglie Tv informa sui prezzi

ciliegie prezzo

Fanelli: “Molti hobbisti possono trarre vantaggio da questo monitoraggio dell’andamento di mercato, finalizzato anche all’aggregazione tra produttori”

“Ce prìzze a fàtte?”. È questo il dilemma amletico che attanaglia i produttori cerasicoli dai primi giorni di maggio fino al termine della raccolta. Secondo il galateo o, se preferite, la “carboneria” turese, al presentarsi della suddetta domanda è legittimo avvalersi della facoltà di non rispondere; in alternativa, a propria discrezione, è concesso gonfiare o sgonfiare il prezzo. Insomma, è ammesso tutto, purché non diciate mai per davvero a “ce prìzze” i magazzini hanno effettivamente acquistato da voi le ciliegie.

Con questo ironico e affettuoso ritratto del produttore turese, vogliamo introdurvi all’iniziativa promossa in questi giorni da Foglie Tv, canale di informazione dedicato al mondo dell’agricoltura. La redazione conversanese avrebbe infatti deciso di creare uno spazio attraverso il quale poter raccogliere i prezzi di acquisto delle ciliegie all’interno dei diversi magazzini dislocati nella nostra provincia: «Abbiamo voluto lanciare quest’iniziativa anche per monitorare la differenza di prezzo che può esserci tra il sud est ed il nord barese. Ogni agricoltore nella propria segnalazione allega una foto per indicare la qualità del prodotto. Molti hobbisti, magari non avvezzi alla “contrattazione”, possono trarre vantaggio da questo monitoraggio dell’andamento di mercato, finalizzato anche all’aggregazione tra produttori».

«Con grande soddisfazione – prosegue Donatello Fanelli, referente del canale d’informazione conversanese – registriamo l’adesione di molti giovani agricoltori, evidentemente desiderosi di abbracciare una nuova mentalità, meno propensa a favorire ciecamente la GDO (grande distribuzione organizzata). Per tutti coloro che fossero interessati, è possibile contattarci attraverso la pagina Facebook “Foglie Tv”».

COSA NE PENSANO I TURESI?

Secondo alcuni turesi questa proposta non avrebbe molta utilità. Lo status quo attuale, in fin dei conti, è radicato da tempo ed evidentemente ha ragione di esistere. Al momento di “devachè i gerèse”, infatti, i compratori valutano spesso un prodotto non perfettamente selezionato in base al calibro, orientando i produttori verso dei prezzi che tengano conto anche di questo aspetto: i produttori, dunque, da parte loro ne guadagnano bypassando la selezione, risparmiando tempo e manodopera.

Addentrarsi nei meccanismi di autoregolazione che permettono l’esistenza del sistema “produttore-compratore” non è affatto semplice e, per quanto concerne il tema qui presente, altrettanto complesso risulta valutare la reale utilità di uno strumento ancor prima che possa essere sperimentato a pieno regime, magari durante un’annata migliore rispetto a quella attuale.

Soltanto col tempo, nonché raccogliendo un numero maggiore di dati, si potrà stabilire se quest’idea lanciata da “Foglie Tv” possa condurre ad effetti significativi o trascurabili. Se non altro rappresenta un segnale di novità.

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.