Martedì 14 Luglio 2020
   
Text Size

Responsabili di colonie feline ai tempi del Covid-19

Colonia felina a Turi

Uno sguardo al mondo degli amici pelosi, domestici e vaganti, turesi

Due settimane fa, su queste colonne, Albino Malena annunciava che, fino al termine dell’emergenza Coronavirus, una parte del fatturato settimanale di Cucciolandia sarebbe stata devoluta all’Ospedale “Santa Maria degli Angeli” di Putignano per l’acquisto di alcuni respiratori. Oggi, invece, lo intervistiamo per questioni più squisitamente legate al mondo dei nostri amici a quattro zampe, sempre rimanendo nel campo delle conseguenze relative al COVID-19.

Albino Malena

Nello scorso mese è andata diffondendosi la pratica di lavare le zampe degli animali domestici con la candeggina: qual è la sua opinione al riguardo?

«La notizia ed il consiglio di lavare le zampe con la candeggina è, oltre che assolutamente sbagliato, fortemente dannoso. È utile e consigliabile lavare le zampe dei nostri amici dopo la passeggiata, ma è sufficiente il sapone, così come quando noi ci laviamo le mani. Se asciugarle diventa un problema, esistono in commercio salviette specifiche per cani e/o guanti a base alcolica o a base di disinfettanti, come la clorexidina, acquistabili nei negozi di animali specializzati».

Date le circostanze, risulta difficile garantire un certo benessere o comunque una condizione di normalità al proprio cane: cosa ne pensa?

«La prima cosa da dire è che bisogna rispettare i decreti e che, per preservare la salute pubblica, bisogna uscire di casa il minor tempo possibile. Inoltre, se gli uomini si ammalano, la situazione per i nostri pelosi può solo peggiorare. Quello che posso consigliare è di fare attività in casa, privilegiando i giochi di attività mentali, giochi disponibili nei negozi specializzati oppure facilmente realizzabili con materiali di risulta che abbiamo in casa (scatole di scarpe, contenitori di plastica etc.). Ciò che si deve evitare sono i giochi che abitualmente facciamo all'aperto con lanci o rimbalzi. Se la palla è un gioco indispensabile bisogna farla rotolare e non rimbalzare per evitare che i nostri cuccioli confondano l'idea di gioco. È un periodo di sacrifici ed i nostri amici sono storicamente abituati a supportarci in questo e, per questo, anche loro ne usciranno più forti di prima. Un ultimo consiglio è quello di non esagerare con le coccole perché prima o poi torneremo alla normalità e questo potrebbe creare un futuro problema quando saremo costretti a lasciarli soli. Sappiamo quanto ci riempie di gioia accarezzare i nostri amici pelosi, ma dobbiamo pensare che la normalità tornerà presto. Ovviamente, quanto appena detto è solo il pensiero di un amante degli animali, senza alcun titolo specifico, semplicemente frutto di esperienze commerciali e personali in questo mondo peloso».

Nei paesi limitrofi il Coronavirus ha causato un marcato incremento degli episodi di abbandono: a Turi si sta registrando lo stesso?

«Purtroppo questo virus sta facendo registrare un incremento degli abbandoni in tutto il territorio nazionale e questo dato è in crescita anche nel nostro paese. In realtà il problema abbandono è sempre vivo, specialmente al Sud. Ciò che più spaventa adesso, dunque, è ciò che troveremo quando torneremo ad uscire, perché adesso, non uscendo, non riusciamo a percepire il dato reale degli abbandoni: nella speranza di non trovarli in brutte condizioni, si prospetta un numero elevato di cani vaganti. Un’altra considerazione da fare e che vogliamo sia affrontata dalle istituzioni nazionali – prosegue – è la questione delle adozioni. L’associazione A.D.A. “Amici degli animali” che si occupa dei nostri randagi ci dice che abbiamo, ad oggi, 7 cani già adottati ma che, per il decreto, sono nell’impossibilità di partire con la paura che i cuccioli perdano quella affabilità che li rende adottabili e questo è un problema soprattutto per i cani che sono ancora in attesa di una famiglia».

Per quanto riguarda invece l’istituzionalizzazione delle colonie feline turesi, si registrano nuovi sviluppi?

«La questione colonie feline ovviamente, vista l’emergenza in corso, è ferma per quello che riguarda la discussione ed emanazione di un regolamento. In ogni caso, sappiamo che, finita l’emergenza, si riprenderà da dove avevamo lasciato. Nel frattempo vige il regolamento nazionale a cui tutti i Comuni devono far riferimento e che, già da solo, basta ad avviare almeno le pratiche di sterilizzazione, sempre che per via ufficiale venga segnalata la colonia alla polizia municipale. Ovviamente, ora, è comunque tutto fermo perché non è possibile effettuare spostamenti, se non per urgenze.

In ogni caso, chi lo ritiene può segnalare la presenza della propria colonia al sindaco e alla Polizia Locale, anche se, chiaramente il momento impone altre priorità; tuttavia la segnalazione resta comunque utile nel caso in cui la cura della colonia necessiti di uno spostamento dalla propria abitazione. Difatti l’alimentazione delle colonie di gatti liberi (censite o no) è concessa, come da circolare del Ministero della Salute del 12/03/2020: pertanto consigliamo a tutti i cittadini turesi che devono muoversi dalla propria abitazione per continuare ad alimentare la colonia felina di riferimento, di munirsi di autocertificazione (barrando motivi di necessità indicando tra parentesi cura colonia felina o/e gatti in libertà). Ai responsabili di colonia raccomandiamo dunque di non spostarsi negli orari di punta e di utilizzare sempre e comunque mascherine e guanti, rispettando le disposizioni ministeriali nel divieto di assembramento e distanza fisica. Purtroppo è un momento difficile anche da questo punto di vista, le emergenze non mancano e le difficoltà sono quadruplicate. Le sterilizzazioni, non essendo interventi di urgenza, si sono bloccate anche per quei volontari che avevano provveduto da soli a sterilizzare. Avremo tante bocche in più da sfamare. Raccomandiamo di porre attenzione ad eventuali operazioni di sanificazione comunicate sul sito del Comune e, eventualmente, rimuovere le ciotole di acqua la sera prima. Auguriamoci per tutti e tutto di tornare alla normalità quanto prima».

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.