Martedì 11 Agosto 2020
   
Text Size

Dalla spesa solidale ai farmaci a domicilio

protezione civile turi

L’impagabile e silenzioso impegno della Protezione Civile di Turi

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, il Gruppo Protezione Civile di Turi è diventato un punto di riferimento ancora più prezioso per l’intera comunità, assieme al sindaco Tina Resta e alle Forze dell’Ordine. Più prezioso perché non sfugge che i nostri volontari, anche prima dell’avvento del Coronavirus, hanno dimostrato di essere un ingranaggio indispensabile della macchina solidale. Sia in circostanze straordinarie, come l’aiuto prestato ai “fratelli albanesi” in occasione del sisma dello scorso novembre, sia nell’ordinaria amministrazione (dai roghi estivi ai sinistri stradali, passando per il servizio d’ordine durante le manifestazioni pubbliche).

Dopo una chiacchierata informale con il coordinatore Marco Di Pinto, emergono in tutto il loro spessore la mole di lavoro e le pressioni che gravano sulle spalle dei nostri volontari, guidati da Nicola Lacidogna, referente del COC (Centro Operativo Comunale). Comuni cittadini che, senza avere o chiedere nulla in cambio, donano parte del proprio tempo per aiutare la nostra comunità, mettendo a rischio anche la propria salute.
Dalle nuove reclute ai veterani, nessuno si è tirato indietro nella gestione delle necessità e delle sfide che, di volta in volta, si sono presentate.

Approfittiamo, dunque, per darvi un rapido, e certamente incompleto, affresco del contributo di quello che ogni giorno la Protezione Civile compie, in silenzio e lontano dai riflettori. Perché chi fa parte di questo gruppo non è mosso né dalla puerile ricerca di visibilità né dalla dissennata ‘vocazione al martirio’: si entra nella Protezione Civile in quanto si è maturata la consapevolezza che, impegnandosi in prima persona, si può evitare di smarrire il senso di “comunità solidale”, iniettando nella cosiddetta ‘società civile’ gli anticorpi contro l’indifferenza e l’egoismo.

pc turi

L’attività principale continua ad essere quella di sensibilizzare la collettività, invitando ad attenersi alle disposizioni ministeriali e alle ordinanze del sindaco. Un appello che viene sempre rivolto “con gentilezza e, soprattutto, con la chiarezza indispensabile a infondere sicurezza nell’interlocutore”. Fatta eccezione per pochi casi, che stupidamente ignorano i divieti ritenendosi ‘invincibili’, la maggior parte della popolazione ha accettato di buon grado il monito a uscire di casa solo per motivi di necessità. A voler essere pignoli, un po’ di ‘resistenza’ la si incontra negli anziani; e qui i volontari fanno appello al dialogo e alla ragionevolezza, spiegando che, se non si vuole restare a casa per se stessi, è importante farlo per proteggere i propri cari. Del resto – ci invita a riflettere Di Pinto – alla fine tutto si riduce al buon senso: limitare le uscite e i contatti sociali è oggi l’unico strumento per interrompere la catena dei contagi e scongiurare il collasso delle strutture sanitarie.

All’impegno nel rispondere alle numerose richieste di chiarimenti e informazioni da parte dei cittadini, si aggiunge quello di consegnare i generi di prima necessità a quanti vivono il dramma quotidiano di non saper come “sbarcare il lunario”. Nella morsa di un’emergenza che ha aggravato le fragilità socioeconomiche, arriva una mano che viene tesa con discrezione, rispettando la dignità di chi si trova a dover chiedere aiuto. E, per spegnere sul nascere sospetti e polemiche, precisiamo che questo compito viene svolto nella massima trasparenza, coordinandosi con la Caritas ed i supermercati che hanno aderito all’iniziativa della “spesa solidale”, lanciata dall’Amministrazione comunale.

Infine, un avviso sui social informa di un ulteriore servizio garantito dalla Protezione Civile: chi ha l’esigenza di ritirare medicinali e presidi sanitari dalla farmacia ospedaliera di Gioia Del Colle, data l'impossibilità di potersi spostare da un Comune ad un altro, può fare affidamento sui nostri volontari, ricevendo l’occorrente a domicilio.
Per richiedere il servizio, è sufficiente contattare il numero 080 451 75 33.

FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.