Giovedì 13 Agosto 2020
   
Text Size

Controlli in aeroporto, “Turi soccorso” si mobilita

Turi Soccorso

I tre volontari turesi hanno collaborato al monitoraggio sanitario dei passeggeri in arrivo nella nostra Regione

Il decreto firmato il 12 marzo dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha drasticamente ridotto la mobilità all’interno del territorio nazionale, intensificando i controlli negli aeroporti che continuano ad essere operativi per garantire gli spostamenti indifferibili e necessari.

Tra gli scali attivi c’è anche quello di Bari - Palese. Ed è proprio qui che, nella giornata di domenica 15 marzo, gli operatori della Pubblica Assistenza “Turi Soccorso”, presieduta da Stefano Palmisano, sono stati allertati dalla sala operativa regionale Puglia per supportare le operazioni di contenimento dell’emergenza coronavirus.

Lorenzo Palmisano, Vito Palmisano e Paolo Cuscito si sono quindi coraggiosamente uniti ai volontari professionisti cui è stato chiesto un aiuto per eseguire il monitoraggio sanitario dei viaggiatori in arrivo nella nostra regione.

«Come membro dell’ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), “Turi Soccorso” ha messo a disposizione le proprie risorse per dare il proprio contributo in questa difficile battaglia. Siamo stati schierati ai varchi degli arrivi – racconta Lorenzo Palmisano – al fianco di due medici coordinati dal Ministero della Salute. I passeggeri si disponevano in tre file e veniva rilevata la temperatura corporea: se superiore a 37.5 gradi, il protocollo prevedeva di ripetere la misurazione. In caso di secondo esito positivo, il passeggero veniva accompagnato dal medico che procedeva con un’intervista necessaria a capire se provenisse da “zone focolaio” e a ricostruire la mappa dei contatti. Sono stati oltre 200 i passeggeri che abbiamo monitorato nell’arco della giornata e, fortunatamente, non si è registrato alcun caso positivo».

Il servizio di emergenza al tempo del coronavirus

In aggiunta a questo impegno ‘straordinario’, “Turi soccorso” svolge quotidianamente il servizio di emergenza-urgenza presso la postazione 118 del nostro paese. Abbiamo quindi approfittato per chiedere a Palmisano di raccontarci cosa voglia dire salire su un’autoambulanza oggi, quando ogni operatore sanitario si trova a fronteggiare un “nemico” di cui si conosce ancora poco.

«La nostra vita è sicuramente cambiata. Ogni volta che riceviamo una chiamata dalla centrale del 118, un po’ di preoccupazione c’è. Tuttavia, continuiamo a svolgere il nostro dovere, forti dell’esperienza acquisita negli anni e attuando tutte le misure per tutelarci da possibili contagi. Infatti, in qualsiasi intervento, abbiamo l’obbligo di utilizzare mascherine e guanti. Se invece ci viene comunicato che ci troveremo di fronte a un paziente per cui si è già accertata la positività al virus, procediamo con la vestizione completa, indossando la tuta e tutti i dispositivi di protezione personale previsti».

«In più – aggiunge Palmisano – “Turi Soccorso” è diventato uno dei punti di riferimento per i cittadini che hanno bisogno di informazioni: tante le chiamate che riceviamo per avere indicazioni su come comportarsi, su quali precauzioni adottare per gestire il virus o magari soltanto per avere un suggerimento sulla mascherina di cui bisogna dotarsi».

Infine, proprio a proposito della querelle sulla carenza di dispositivi di protezione personale per gli operatori sanitari, Palmisano stempera i toni: «In questo momento di emergenza, cui nessuno era preparato, serve a poco creare polemiche o allarmismi. Le maschere non sono tante e, come in tutta Italia, le forniture arrivano con il contagocce. Ad ogni modo, al momento ci sono e vanno usate con criterio, pensando solo a svolgere al meglio e in sicurezza il proprio lavoro».

Fabio D’Aprile

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.