Martedì 10 Dicembre 2019
   
Text Size

“SICUREZZA E RISPETTO”

Silvano D'Angela 3

Silvano D’Angela e i suoi “appelli al buonsenso”

Silvano D’Angela, dallo scorso 28 ottobre, ha lanciato tramite i social due “appelli al buonsenso” su temi particolarmente sentiti dalla collettività. Il primo riguarda la “sicurezza” della scuola elementare, il secondo il “rispetto” della pulizia durante il mercato del venerdì.

Anticipiamo subito che entrambi gli appelli si sono conclusi con successo, grazie alla perseveranza del loro promotore e all’impegno delle Istituzioni, che sono intervenute per trovare una soluzione adeguata in tempi brevi. Ma andiamo con ordine.

Scuola sicura

D’Angela lamentava che le operazioni di ingresso e uscita dei bambini dalla scuola elementare non avvenissero in sicurezza: «Durante l’entrata delle ore 08,00 e l’uscita delle ore 13,30 (il venerdì alle ore 13,00), i veicoli transitavano indisturbati in via Chiarappa e in via Notarnicola, dribblando bambini e genitori; in alcuni casi, le automobili procedevano addirittura contromano. Inoltre, le sei transenne che circondano la scuola non sempre venivano posizionate tutte per bloccare il transito delle automobili, alcune restavano abbandonate sui marciapiedi».

Di fronte a una situazione di rischio concreto per gli alunni, D’Angela inizia la sua battaglia: «Dopo aver inoltrato sette segnalazioni scritte alla Polizia Municipale di Turi, dettagliando tutti gli episodi di cui, come genitore, ero stato testimone, ho avuto la possibilità di interfacciarmi con il Comandante Raffaele Campanella. A questo incontro è seguita una riunione a scuola, cui hanno preso parte la dirigente scolastica, i genitori e la dott.ssa De Florio, consigliere delegato alla PM. In ultimo, abbiamo concordato un “sopralluogo” dinanzi alla scuola, in modo da prendere consapevolezza direttamente delle dimensioni reali del problema; per l’occasione hanno partecipato sindaco, vicesindaco, il consigliere De Florio, gli agenti di Polizia Municipale, la dirigente e alcuni genitori. Alla fine, sono riuscito a ottenere, da circa due settimane, la presenza fissa di un vigile in via Chiarappa, angolo via Notarnicola, che garantisce lo stop al transito dei veicoli per tutto il tempo necessario all’entrata e all’uscita in totale sicurezza dei bambini».

Mercato in ordine

Il secondo deciso “appello al buonsenso” è stato quello apparso lo scorso 15 novembre. In un post su Facebook, D’Angela pubblicava le immagini dei rifiuti lasciati a terra dai commercianti a conclusione del mercato del venerdì. Incisive ed eloquenti le parole scritte a corredo di quegli scatti: «Questo schifo deve finire, se tutti i commercianti di Turi, invece di usare i bidoni, versassero il loro contenuto per strada, cosa diventerebbe Turi? I commercianti del mercato devono lasciare pulito il loro posto di lavoro! Vedere Turi e i nostri netturbini trattati cosi è intollerabile!».

Un richiamo al decoro e al rispetto che non è caduto nel vuoto: il venerdì successivo, il 22 novembre, D’Angela poteva ritornare sui social pubblicando una nuova serie di fotografie che, questa volta, testimoniavano una situazione completamente differente: «Largo Pozzi pulita, rifiuti ordinati in cassette e cartoni, due pattuglie della Polizia Municipale di Turi a vigilare i commercianti che con scope e palette lasciavano il loro posto di lavoro pulito. I nostri netturbini che, sotto la direzione di Vito Catucci, raccoglievano i rifiuti con la dignità che meritano».

“Interventi tempestivi”

Sia per la scuola che per il mercato del venerdì, non si sono fatti attendere i dovuti ringraziamenti da parte di Silvano D’Angela per il tempestivo ed efficiente intervento del sindaco, dell’Amministrazione comunale, della Polizia Municipale, di Catucci e degli operatori ecologici. D’Angela ha anche pubblicamente ringraziato la dirigente dott.ssa Savino e i genitori «per la preziosa collaborazione al mio appello sulla sicurezza della scuola elementare, cui è seguito l’interessamento alla risoluzione del problema dei termosifoni spenti nel plesso delle prime e dello scuolabus che sostava a motore sempre accesso fuori la scuola. Anche in questi casi immediati e risolutivi sono stati gli interventi attuati dall’Amministrazione e dalla Polizia Municipale: in meno di 24 ore, il riscaldamento è stato ripristinato e lo scuolabus sostituito».

FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.