Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

Il primo treno elettrico passa da Turi

treno elettrico (1)

Il mezzo è entrato in servizio, da lunedì scorso, sulla linea Bari - Putignano

Lunedì 16 settembre, il primo treno elettrico ha fatto il suo debutto sui binari completamente rinnovati della linea Bari – Putignano (via Casamassima) di Ferrovie del Sud Est, passando dalla Stazione di Turi.

Il viaggio inaugurale si è celebrato giovedì 12 settembre, trasportando i passeggeri da Mungivacca ad Adelfia, alla presenza di Giovanni Giannini, assessore regionale ai Trasporti, Luigi Lenci e Giorgio Botti, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Ferrovie del Sud Est.

treno elettrico (2)Il nuovo treno ETR, come viene spiegato in un comunicato diramato da FSE, è composto da tre moduli per una lunghezza complessiva di 59 metri. Progettato secondo i moderni standard di sicurezza, comfort e accessibilità, conta 170 posti a sedere, di cui due per viaggiatori a ridotta mobilità, quattro spazi portabici, una toilette e portabagagli per valige di grandi dimensioni. Tra i servizi a bordo ci sono: display interni a led per le informazioni, pedane mobili per l’accesso di persone a ridotta mobilità, impianti di videosorveglianza, climatizzazione e sonorizzazione.

Entro fine ottobre tutti i cinque treni acquistati da Ferrovie del Sud Est saranno operativi e garantiranno il 70% dei collegamenti, con vantaggi in termini di efficienza, qualità dell’ambiente e comfort di viaggio.

A rendere possibile questa importante svolta verso la sostenibilità del trasporto su rotaia ha giocato un ruolo fondamentale il rinnovo radicale di 48 km di linea (binari, massicciata e traverse) e il ripristino dell’elettrificazione sulla linea Bari-Putignano (via Casamassima) che, entro il prossimo anno, sarà attrezzata con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT). Inoltre, sulla stessa linea, è in programma l’automazione di 17 passaggi a livello, oggi manovrati a mano.

L’investimento complessivo per l’ammodernamento dell’infrastrutture e della flotta treni è pari a 80 milioni di euro e consentirà, entro la fine del 2020, di alzare la velocità commerciale dei treni, al momento limitata a 50 km/h, riducendo a meno di un’ora il tempo di viaggio tra Bari e Putignano, rispetto agli attuali 95 minuti.

Foto di Gabriele Lepore

Commenti  

 
Campanella
#1 Campanella 2019-09-25 10:29
Complimenti alla Puglia. .con l'augurio di continuare. .così a crescere rispettando la bellissima natura e prodotti pugliesi
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.