Assunti cinque nuovi dipendenti comunali

Sandro Laera busto

Da settembre sono entrati nell’organico dell’Ente
quattro istruttori amministrativi e un architetto


Il Comune di Turi ha finalizzato le assunzioni di cinque unità: un architetto che supporterà il lavoro dell’Ufficio Tecnico e quattro istruttori amministrativi.

«Dichiarate deserte le procedure di mobilità – ricostruisce l’assessore Sandro Laera – si è passati a ricercare il personale attraverso l'utilizzo delle graduatorie approvate da altri Enti e di quelle del Ripam-Formez, che raccoglie tutti i vincitori di concorso a livello nazionale. Un’ipotesi che era stata debitamente preventivata, tanto è vero che già il 26 giugno, in contemporanea all’apertura dei bandi di mobilità, l’Ente aveva richiesto ai Comuni della Regione Puglia e allo stesso Ripam-Formez la disponibilità di graduatorie compatibili con i profili professionali da assumere».

 

L’architetto Intini in forza al Settore Tecnico

All’istanza per la copertura del posto di Istruttore direttivo tecnico hanno risposto i Comuni di Bari, Lecce, Lizzanello, Ugento, Carosino e Castellana Grotte. Inoltre, il Ripam ha comunicato di essere in possesso di una graduatoria relativa alla Regione Abruzzo, pubblicata a marzo 2013.

«A seguito dell'istruttoria condotta dall'Ufficio Personale – ci spiega l’assessore Laera – è emerso che le uniche graduatorie utilizzabili erano quelle dei Comuni di Lizzanello e Castellana Grotte. Tra le due, si è valutato più opportuno avvalersi di quella del Comune più vicino, ovvero Castellana, nell’ottica di assumere candidati che non siano costretti a sostenere l’onere della pendolarità a lunga distanza. Un onere che, come ci ha dimostrato l’esperienza passata, si riflette in modo negativo sull’attività lavorativa ed espone il Comune al rischio di richiesta di nullaosta in uscita, una volta trascorso il termine obbligatorio di stazionamento presso l’Ente».

Su queste premesse, la Giunta approva lo schema di accordo per l'utilizzo della graduatoria del Comune di Castellana, che viene sottoscritto il 5 agosto.

«Espletati gli atti preliminari – prosegue l’assessore – l’Ufficio Personale ha interpellato il primo candidato idoneo che, tuttavia, non ha fornito riscontro entro il termine stabilito. Si è quindi passati al secondo candidato, l’architetto Angela Intini, che il 14 agosto ha formalmente accettato l’assunzione, entrando nella pianta organica comunale a partire dalla prima settimana di settembre».

 

Da Lizzanello arrivano 4 Istruttori amministrativi

Quanto ai cinque Istruttori amministrativi previsti dal Piano del Fabbisogno, il Comune di Turi ha ricevuto la disponibilità a utilizzare le graduatorie dei Comuni di Lizzanello, Ceglie Messapica e Lecce.

«Abbiamo dovuto escludere il Comune di Lecce e quello di Ceglie Messapica – chiarisce Laera. Il primo poiché, nonostante vari solleciti, non ha indicato la data di approvazione della graduatoria, necessaria per verificarne la validità; il secondo perché era in possesso di una graduatoria con una sola candidata idonea non ancora assunta, dunque non corrispondeva alla nostra esigenza di assumere cinque unità».

Si è quindi stabilito di utilizzare la graduatoria del Comune di Lizzanello e, anche in questo caso, dopo la sottoscrizione dell’accordo tra i due Enti, l’Ufficio Personale ha contattato i primi quindici candidati idonei. Di questi hanno accettato l’assunzione presso il nostro Comune le dottoresse Sara Taurino, Daniela De Carlo, Cinzia Barbetta e Enrica De Matteis.

«Le quattro nuove unità – sottolinea Laera – sono entrate in servizio a inizio settimana e, insieme alla dott.ssa Tampoia, vicesegretario generale, stiamo definendo gli Uffici in cui inserirle, tenendo conto delle necessità organizzative della macchina amministrativa. Inoltre, abbiamo già raccolto l’adesione di un candidato per la copertura del quinto Istruttore amministrativo previsto dal Piano del Fabbisogno, che potrà essere arruolato a partire dal 31 dicembre.

«Sono, infine, in corso le procedure per addivenire all’assunzione di altre unità, scaglionate in base ai periodi di pensionamento programmato. Nello specifico – aggiunge Laera – sono stati adottati gli atti propedeutici che consentiranno di utilizzare la graduatoria del Comune di Gravina per l’assunzione di un assistente sociale, quella del Comune di Taurisano per reclutare due agenti di Polizia Locale; uno appena saranno concluse le procedure, l’altro a partire da dicembre. Sempre a fine anno provvederemo all’assunzione di due istruttori contabili e di un collaboratore amministrativo con funzione di autista e messo comunale».

 

“È solo l’inizio della riorganizzazione”

«Posso con orgoglio affermare che essendoci insediati soltanto da circa tre mesi, attraverso un’attenta e puntuale programmazione, oltre ad un lavoro di squadra in sinergia con il Sindaco, Uffici comunali, assessori e consiglieri, siamo riusciti ad ottenere un eccellente risultato.

Quanto già realizzato – conclude l’assessore Laera – è solo l’inizio della fase di riorganizzazione della macchina comunale, che fin da troppo tempo è stata trascurata nonostante fosse di dominio pubblico la problematica dei pensionamenti in essere e di quante quiescenze erano in programmazione.

Da una prima ricognizione del fabbisogno dell’Ente, le quattro unità con funzioni amministrative dovrebbero essere così impiegate: due unità all’ufficio anagrafe, una unità all’ufficio di ragioneria e una all’ufficio urbanistica».

FD