Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Avvisi di mobilità, risponde solo un vigile urbano

Municipio Turi

Dichiarate deserte le procedure per l’assunzione delle altre undici unità previste

Con deliberazione del Commissario, datata 24 maggio 2019, è stato approvato il Programma di fabbisogno del personale per il triennio 2019-2021. In considerazione dei vari pensionamenti, si è stabilito che il Comune di Turi necessita dell’assunzione di 12 nuovi dipendenti: i Dirigenti dell'Area Tecnica e dei Servizi Sociali, cinque istruttori amministrativi, due istruttori contabili, due vigili urbani e un collaboratore amministrativo.

Il 5 giugno, l'Amministrazione Resta ha pubblicato i relativi avvisi di mobilità, vincolandoli alla procedura di “mobilità per ricollocazione”: le candidature ai bandi comunali sarebbero state prese in considerazione solo se non fosse stato possibile ricorrere al personale “in eccedenza” impiegato presso altre Amministrazioni o Enti pubblici nazionali che non rivestano carattere economico (ad esempio Inps, Inail, i Consigli dei vari Ordini professionali o gli Enti che sovrintendono i vari parchi nazionali). A tal fine sono state comunicate le esigenze di assunzione rispettivamente a Regione e al Dipartimento della Funzione Pubblica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L'11 giugno la Regione Puglia ha comunicato la mancanza di lavoratori con i requisiti richiesti dal Comune di Turi, mentre il Dipartimento della Funzione Pubblica non ha ancora fornito riscontri in merito.

Entro il termine previsto dai bandi di mobilità, ossia entro il 10 luglio 2019, è pervenuta esclusivamente un’istanza relativa al profilo di istruttore di vigilanza; nessuna candidatura è giunta per gli altri avvisi che sono stati dichiarati deserti.

Dicevamo che l’unico bando ad aver avuto successo è stato quello per la selezione di due vigili urbani, che ha visto la partecipazione dell’agente Stefano Meli, in servizio presso il Comune di Adelfia.

Il Settore Affari Istituzionali ha esaminato l’istanza, già corredata dal nulla osta concesso dal Sindaco di Adelfia, accertando che è “completa e conforme a tutti i requisiti richiesti dal regolamento comunale e dal bando”. Superata questa prima verifica, l’agente Meli è stato ammesso alla fase successiva: il colloquio con la Commissione esaminatrice, costituita dalla dott.ssa Graziana Tampoia (Presidente, Responsabile del Settore Affari Istituzionali), dal dott. Raffaele Campanella (Componente, Responsabile del Settore Polizia Locale) e dalla dott.ssa Maria Pompea Rossini (Componente, Responsabile del Settore Economico-Finanziario). Il ruolo di segretario sarà ricoperto dal dipendente Roberto Renzi che, in caso di necessità potrà essere sostituita dalla dipendente Domenica Calisi.

Commenti  

 
gino
#2 gino 2019-08-02 12:48
Ma perchè venire a turi, se tutti scappano
Citazione
 
 
polizia locale
#1 polizia locale 2019-08-01 12:35
Dovrete titolare Agente di Polizia Locale, ma possibile che non riuscite a capirlo?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.